La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Torres
L’intervista

Il mister della Torres Alfonso Greco: «Annata stupenda, ingiusto che finisca in questa maniera»

di Roberto Sanna
Il mister della Torres Alfonso Greco: «Annata stupenda, ingiusto che finisca in questa maniera»

L’allenatore dei rossoblù elogia i suoi ragazzi: «Usciti senza rimorsi, è mancata la fortuna»

26 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari «Prima della partita avevo detto ai ragazzi che sarebbero dovuti uscire senza rimpianti né rimorsi e così hanno fatto. Certo fa male perdere così, subendo un tiro e mezzo in 180’, ma loro sono usciti non a testa alta ma altissima, camminando un metro sopra terra». Il mister rossoblù Alfonso Greco arriva stremato in sala stampa, fa fatica a commentare un’eliminazione che sente immeritata ma il suo sguardo è quello di chi si sente orgoglioso di quello che ha fatto in un’annata comunque indimenticabile: «Abbiamo giocato un primo tempo incredibile, per 90’ abbiamo espresso il nostro miglior calcio. Purtroppo ci sono stati episodi che non ci hanno premiato, ma non voglio ridurre tutto agli episodi: con i se e con i ma, non si va da nessuna parte, fa male ma bisogna anche saper accettare questi momenti amari».

Il rammarico è comunque enorme, non solo per questi 180’ col Benevento: «I ragazzi hanno disputato un’annata straordinaria, sotto tutti i punti di vista. Sotto quello tecnico, perché, scusate l’immodestia, in Serie C ho visto poche squadre esprimere un calcio a livello del nostro. E sotto quello umano perché il feeling che si è instaurato con questi ragazzi è stato qualcosa di unico, che andava oltre il normale rapporto tra allenatore e giocatori. Per tutto quello che abbiamo fatto nei mesi scorsi e per come abbiamo dominato questa doppia sfida che ci vede comunque eliminati, non meritavamo di uscire, è ingiusto che finisca così. Però bisogna accettarlo». Questa partita ha svelato poi anche a lui quanto Sassari può dare alla sua squadra: «Oggi in campo c’era un’energia particolare, pazzesca, avrei voluto andare in campo e giocarla anche io questa partita. C’erano tutti i presupposti perché finisse diversamente ma non è andata così, la differenza l’ha fatta il loro portiere. A volte ci vuole anche un po’ di fortuna, non è stata dalla nostra parte». Sul suo futuro a Sassari, Greco non si sbilancia: «Ci prenderemo qualche giorno di riposo e poi ci incontreremo per vedere se potremo continuare ad andare avanti insieme, adesso non è il momento giusto per parlare di queste cose».

In Primo Piano
L'appello

Gara di solidarietà a Macomer Tutti in fila per aiutare Antonio

di Simonetta Selloni
Le nostre iniziative