Cognomi sardi: Deriu e Del Rio, le radici antiche che arrivano dalle rive del fiume

Graziano Delrio, capogruppo del Pd alla Camera

In Sardegna 900 famiglie con epicentro a Sassari, a Modolo è il più diffuso. Ma si ritrova anche nel continente

Deriu, Delrio, Del Rio, Riu, Arriu, Erriu. Deriu conta circa 900 famiglie di cui 650 in Sardegna e il resto in altre regioni (Lombardia 66, Lazio 46, Piemonte 36). Nell’Isola ha l’epicentro a Sassari (70) con densi nuclei ad Alghero (37), Cagliari e Ittiri (34), Oristano (26), Bosa (23), Macomer (19), Bolotana e Bonorva (18), Porto Torres (17), Sindia (15). A Modolo è il cognome più frequente. Esiste anche l’antica forma De Riu (Ittiri, Alghero, Cagliari).

In certi casi Deriu è stato spagnolizzato con Del Rio. In altri casi è stato italianizzato con Delrio che va con un cognome frequente in Emilia-Romagna, Lombardia e Toscana. Anche il raro Derio (Usini, Olbia, Cagliari) è una forma italianizzata. A queste forme si aggiunge Riu che conta circa 175 famiglie di cui 125 residenti nell’Isola. Che si tratti del medesimo cognome è confermato dal fatto che queste varianti sono attestate nelle stesse zone in cui risulta Deriu, specie a Sassari e Alghero, ma anche a Sorso, Sindia, Macomer, Porto Torres e Villanova Monteleone.

In Sardegna Delrio e Del Rio contano insieme circa 250 famiglie (Sassari 134, Cagliari 61, Nuoro 51) che si aggiungono alla forma di base De Riu. A queste varianti vanno aggiunti Arriu, Arrius (tipici del Sulcis con 25 famiglie) ed Erriu, Eriu (115) caratteristici dell’ex provincia di Cagliari. In pratica, Deriu alias Ariu, Arriu, Del Rio, Delrio, Derio, Eriu, Erriu e Riu conta circa 1300 famiglie, di cui 1050 residenti in Sardegna. Questo dato lo colloca al 60° posto tra i cognomi sardi. Col sardo Riu non va confuso il cognome catalano Riu che è citato a Cagliari nel 1399 riguardo a un tale Galcerando de Riu di Barcellona.

De Riu è attestato dagli inizi del 1100 come De Rivu e De Ribu nei condaghi di Silki, Salvennor, Trullas e Bonarcado. In seguito è citato come De Riu nell’Atto di pace del 1388 (Aidomaggiore, Bulzi, Laerru, Monteleone Rocca Doria, Mores, Sassari), nel 1400 nel Meilogu, nel 1589 a Sanluri, nel 1623 a Bosa, nel 1644 ad Alghero, nel 1650 a S. Lussurgiu. La forma latinizzata Derio è registrata nel 1353 ad Alghero, nel citato Atto di pace a Magomadas e Scano di Montiferro e nel 1549 a Sassari. La forma Deriu è attestata nel 1600 a Bortigali, nel 1613-46 a Sorso, nel 1727 a Perfugas, nel 1843 a Tortolì e nel 1880 a Dualchi, Macomer, Modolo, Silanus e Sindia. Eriu è registrato a Sedilo nel 1605. Arrius è citato negli atti dei Parlamenti del Regno di Sardegna. Le varianti meridionali Arriu (Arbus 1832), Erriu (S. Basilio 1880) e Iriu (Oristano) si formarono più tardi.

De Riu ha la base nel termine riu “fiume, rivo” che deriva dal latino rivus (M.Pittau, DCS, 3: 124 s.v. Riu). Le forme meridionali Arriu, Erriu riflettono le rispettive varianti arrìu, errìu “fiume, rivo”. Le scritture De Ariu (Sorso 1642: Vitoria de Ariu) e Deariu (Sorso 1635: Ciara Deariu) sono coerenti col cognome d’Arriu (Sassari 1597-98) relativo a una tale Vitoria d’Arriu alias Deriu. In queste varianti si riconosce un unico cognome che poi è stato omologato al sardo De Riu, Deriu già presente nell’onomastica sorsese. Queste rare forme di Sorso e Sassari rispecchiano il nome corso Arrìu “Arrigo” da cui insorse il cognome Arrìi, variante di Arrighi, che è tuttora in uso nella Corsica del sud.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes