Salmo vuol tornare live: al lavoro per Water World

Dopo il successo di Arbatax a luglio il rapper progetta un grande evento estivo. Un festival nel golfo di Cugnana trasformato in un’arena con centinaia di barche

OLBIA. Le casse spareranno musica in mezzo al mare. Il palco galleggiante sarà circondato da centinaia di barche con a bordo giovani in maglietta e costume da bagno. E a esibirsi, sotto il sole caldo dell’estate, sarà una pattuglia di artisti di grande richiamo capitanata da Salmo.

Come lo scorso luglio ad Arbatax, ma in versione ancora più allargata. Individuata anche la location: il golfo di Cugnana, nello specchio di mare tra il borgo di Porto Rotondo e le spiagge della zona sud della Costa Smeralda. Tutto questo, naturalmente, pandemia permettendo. Al momento, per esempio, una manifestazione di questo genere sarebbe impossibile da organizzare. Ma la speranza è che entro l’estate le cose possano cambiare. E proprio per garantire la sicurezza di tutti è stata anche avviata una collaborazione con l’ospedale Mater Olbia. L’obiettivo è infatti quello di organizzare un evento covid free.

La manifestazione, che prende il nome di Water World, più che un boat party sarà un grande festival in mezzo al mare. Seguirà l’edizione pilota andata in scena la scorsa estate nel mare di Arbatax. In cabina di regia c’è sempre la Lebonski Agency, che è dello stesso Salmo, all’anagrafe Maurizio Pisciottu, e del fratello Sebastiano. C’è poi il patrocinio del comune di Olbia, in particolare dell’assessorato al Turismo guidato da Marco Balata. Certo, la delicata situazione sanitaria non permette ancora di fare calcoli troppo precisi. Sconosciuta, per esempio, anche la data. Ma intanto i preparativi vanno avanti e proprio nei giorni scorsi, in città, si sono tenuti diversi incontri.

Un aspetto importante, comunque, sarà la collaborazione con il Mater Olbia. Chi parteciperà al festival, naturalmente sarà innanzitutto sottoposto al tampone. Per quanto riguarda la musica, ci sarà sicuramente il rapper e produttore olbiese Salmo, che ha appena festeggiato i dieci anni dall’uscita del suo primo disco. Con lui ci saranno poi altri artisti di livello nazionale e internazionale. Il pubblico potrà assistere allo spettacolo a bordo di barche e gommoni messi a disposizione dai cantieri e dalle società private del territorio, tutti operatori già incontrati nelle scorse settimane dagli organizzatori. In mare, in tutto, si conteranno tra le 200 e le 250 imbarcazioni autorizzate, sulle quali potranno salire solo persone che hanno già acquistato il biglietto. Sarà fondamentale la collaborazione con il Consorzio e con la Marina di Porto Rotondo, visto che sarà proprio il borgo fondato dai Donà dalle Rose, che ricade nel territorio di Olbia, il cuore dell’organizzazione. Alcuni piccoli eventi si terranno poi anche sulla terraferma. A Porto Rotondo e, con tutta probabilità, anche nella stessa Olbia. Quella tra la Lebonski Agency e l’assessorato comunale al Turismo è una collaborazione che va avanti da diverso tempo. Adesso, però, c’è da pianificare la stagione 2021, che dovrà tenere conto della pandemia. «Auspichiamo di poter arricchire la programmazione degli eventi» aveva detto nei giorni scorsi il sindaco Nizzi commentando la notizia del ritorno a Olbia del mondiale di rally, visto che, dal 3 al 6 giugno, sarà il molo Brin a ospitare l’assistenza. Per quanto riguarda Salmo, non è la prima volta che si esibirà sul mare. Lo scorso luglio il rapper aveva cantato tra le barche ad Arbatax insieme a Ghali, mentre nel 2019 era stato il protagonista di un festival su un traghetto Gnv.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes