Dromos, sipario con Favata e The Crossing

Chiude oggi la lunga maratona del Dromos Festival. In attesa dell'ultimo appuntamento del 28 agosto con lo spettacolo “A sud di Bella Ciao” (in collaborazione con Licanias) a Neoneli, questa sera...

Chiude oggi la lunga maratona del Dromos Festival. In attesa dell'ultimo appuntamento del 28 agosto con lo spettacolo “A sud di Bella Ciao” (in collaborazione con Licanias) a Neoneli, questa sera nella splendida cornice del parco Mitza Margiani a Villa Verde, a partire dalle 22 (ingresso 5 euro), l'ultimo di una lunga sfilza di eventi iniziata il 30 luglio da Ortueri e proseguito in sei centri della provincia di Oristano. Di scena il sassofonista algherese Enzo Favata con il progetto The Crossing. Un concerto in mezzo al bosco in cui la montagna fa da anfiteatro naturale e dove le rocce, la terra e le radici dei lecci secolari sostituiscono le gradinate e le sedie. Un ambiente perfetto per assaporare le sonorità miste dei The Crossing. Partendo dalle solide basi del jazz, il sound è un incrocio di tradizioni, culture e generi musicali che attraversano lo space rock, la psichedelia, la musica elettronica ed altro ancora come garantisce il disco pubblicato qualche mese fa e che ha registrato un ottimo successo di critica e pubblico. Oltre a Favata la band è composta da Pasquale Mirra al vibrafono, live electronics, Rosa Brunello al basso elettrico e live electronics, e Marco Frattini alla batteria ed electronic pads. Biglietti disponibili sul sito dromos.it. Obbligatorio il green pass. (a.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes