La Nuova Sardegna

Televisione

Stagno, Vitti, Volare a "Il giorno e la storia"

Stagno, Vitti, Volare a "Il giorno e la storia"

Per una settimana il direttore della Nuova Antonio Di Rosa editorialista per Rai Cultura

29 gennaio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





“Ha toccato, ha toccato il suolo lunare!”, esclama Tito Stagno durante le oltre 25 ore di trasmissione tv sul primo allunaggio. A un anno dalla scomparsa, il 1 febbraio, lo ricorda Antonio Di Rosa, direttore della Nuova Sardegna, che torna come editorialista nella settimana dal 30 gennaio al 5 febbraio, a “Il giorno e la Storia”, il programma di Rai Cultura firmato da Giovanni Paolo Fontana, in onda tutti i giorni alle 00.10 e in replica alle 8.30, 11.30, 14.00 e 20.10 su Rai Storia.

La settimana si apre domani con l’anniversario della nascita di Vanessa Redgrave, una delle principali attrici inglesi, che si distingue all’inizio della sua carriera per il suo impegno politico e sociale. Le note di “Nel blu dipinto di blu” risuonano martedì. La canzone, interpretata da Johnny Dorelli e Domenico Modugno, e vincitrice del Festival di Sanremo nel 1958, segna la storia della musica.

Mercoledì il ricordo di Tito Stagno: vinto il concorso nazionale per telecronisti nel 1954, dopo 17 anni da responsabile per lo sport su Raiuno, il suo nome rimane legato a quel 20 luglio 1969, al punto che gli è stato intitolato un asteroide. E un anno è trascorso anche dalla scomparsa a Roma di Monica Vitti: giovedì Antonio di Rosa sceglie di ricordare una delle più grandi attrici del cinema italiano.

Venerdì si torna al 1957 quando con “Carosello” l’Italia scopre la pubblicità, sotto forma di spettacolo. Ogni sera, sul Programma Nazionale, il programma tiene incollati allo schermo grandi e piccini per seguire gli sketch di Raimondo Vianello, Ugo Tognazzi, Virna Lisi, Raffaella Carrà.

Sabato si “salta” a Chamonix con la chiusura delle prime Olimpiadi invernali, nel 1924: è l’edizione in cui un clamoroso errore di valutazione nel salto con gli sci porterà lo statunitense di origine norvegese Andres Haugen a ricevere la sua medaglia di bronzo solo 50 anni più tardi.

La settimana del direttore della Nuova Sardegna si chiude con l’anniversario della nascita di Ernesto Calindri. Nato a Certaldo il 5 febbraio 1909, dedica la propria vita al teatro, tanto da festeggiare sul palco, tre mesi prima di morire, il suo 90esimo compleanno.


 

In Primo Piano
L’appello

La mamma di Michael: «Non può essere svanito nel nulla, aiutatemi»

di Gianni Bazzoni
Le nostre iniziative