La Nuova Sardegna

Il cooking show

Sa Cadrea di Santa Maria Navarrese vince 4 Ristoranti di Alessandro Borghese

Sa Cadrea di Santa Maria Navarrese vince 4 Ristoranti di Alessandro Borghese

Abba ’e Murta di Tortolì al secondo posto della puntata dedicata alla cucina ogliastrina

14 gennaio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





È stato il ristorante “Sa Cadrea” ad aggiudicarsi il primo posto della quinta tappa di 4 Ristoranti del nuovo ciclo del reality di Alessandro Borghese. Un locale moderno con una vista impareggiabile, un vero balcone affacciato sul mare, è il miglior ristorante della Costa dell’Ogliastra per il celebre chef televisivo.

Il locale di Santa Maria Navarrese è gestito da Emanuela con passione: «Siamo un posto che fa paura sia per la cucina che per la location». Già dalle prime prove la proposta di Emanuela ha raccolto il gradimento delle colleghe, perché la sfida ogliastrina era tutta al femminile. «Quattro ristoranti e quattro ristoratrici e donne coraggiose» come ha rimarcato Alessandro Borghese. Ottimo il menù e la qualità del luogo, buoni anche i voti per il servizio. Qualche critica “per i troppi punti di chiusura del culurgione” da parte di Carla, critica benevola ma che non poteva scalfire l’ottima impressione generale.

Secondo posto per Abba ’e Murta di Carla. Bellissimo spazio immerso tra i boschi e le vigne parte di una struttura ricettiva in stile rustico. Carla gestisce il locale da due anni assieme al marito Gianluca. Buoni i voti anche se sono stati fatti degli appunti per “l’incoerenza” dell’insegna che citava la “longevità”, tesoro dell’Ogliastra ma secondo le colleghe slegato dall’offerta del menù. Carla solare e aperta ha comunque subito molto lo stress della gara e questo ha influito specie sul voto sul servizio. Cose che capitano, ma i piatti hanno mostrato tutta la loro qualità, confermando il podio d’argento per “Abba ’e Murta”.

Medaglia di bronzo per “Incontro di Vino di Carpe Diem” di Teresa sulla baia di Porto Frailis a Tortolì. Un ristorante rustico è arredato in modo semplice: panche e tavoli in legno, muri di pietra, atmosfera di Sardegna agricola e pastorale insomma. Stile che ha lascito un po’ insoddisfatte le colleghe. Ma Teresa è convinta delle sue scelte, un’offerta di prezzi vari che soddisfa tutti, chi vuole spendere e chi sceglie qualcosa di più svelto ed economico. «Viviamo col turismo» sottolinea Teresa che offre nella sua carta ben 22 primi. Ma i suoi culurgiones alla pecora in cappotto al finocchieto hanno conquistato tutti. «Meravigliosi, da non perdere» per Borghese. «Noi siamo un po’ così, però è quella la bellezza, io la normalità non la amo molto. La cucina è senza troppi fronzoli, basata sulla tradizione e sull’uso esclusivo di prodotti locale».

Ultimo posto al “Porticciolo” di Francesca. Bellissima terrazza sul porticciolo di Arbatax. Francesca, napoletana, è partita da poco col suo locale. «Ancora si deve rodare ha tutto il tempo» l’ha ampiamente giustificata Alessandro Borghese. Pochi in cucina per la bassa stagione e qualche disattenzione nel servizio, sono costate a Francesca l’ultimo posto, una grande emozione e diverse lacrime. Ma la sua la sua cucina mediterranea, prevalentemente a base di pesce è stata comunque apprezzata da Borghese. La trasmissione si conferma un ottimo assist pubblicitario comunque per l’Ogliastra, che è apparsa splendida nelle riprese della troupe di Alessandro Borghese. La regione si conferma una perla del turismo sardo, sempre più organizzata e accogliente e, naturalmente, ottima pubblicità per tutta l’isola cresciuta enormemente nell’offerta della ristorazione. Come al solito un po’ maltrattata la lingua sarda: una sebadas, tradendo il plurale e la solita fregola che sembra aver ormai sostituito l’antica fregula.

Elezioni regionali 2024
Verso la nuova giunta

Alessandra Todde pronta a una rivoluzione, ed è già toto-assessorati

di Umberto Aime
Le nostre iniziative