La Nuova Sardegna

Stadio Firenze: Fitto, 'Nardella ringrazi governo, dote pur in assenza progetti'

05 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Roma, 5 mar. (Adnkronos) - “La ristrutturazione dello stadio di Firenze era stata originariamente finanziata con risorse Pnrr per 55 milioni di euro nell’ambito della misura Piani Urbani Integrati. L'intervento era inoltre finanziato con 95 milioni provenienti dal Piano di investimenti strategici sui siti del patrimonio culturale, edifici e aree naturali, previsto nel Piano nazionale complementare di competenza del ministero della Cultura, che nulla c’entra con i Piani urbani integrati.” Lo scrive il ministro per gli Affari europei, il Sud, le Politiche di coesione e il Pnrr Raffaele Fitto. “La Commissione Europea, nella valutazione sulla terza rata, ha dichiarato non ammissibile l’intervento per lo stadio nell’ambito dei Piani Urbani integrati del Pnrr, chiedendo al nostro Paese di definanziare i 55 milioni di euro assegnati alla città di Firenze per l’ammodernamento dello stadio. Tale definanziamento è stato disposto con decreto del ministro dell’Interno di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze del 28 aprile 2023 - dice Fitto -. Il sindaco di Firenze, con nota 297768 del 20 settembre 2023, preso atto del definanziamento, ha chiesto al governo di individuare congiuntamente gli interventi da finanziare con le risorse precedentemente assegnate allo stadio, come già operato per la città di Venezia”. “Il governo, per evitare ulteriori ostacoli, ha proposto lo spostamento di buona parte dei Piani urbani integrati dal Pnrr ad altre fonti di finanziamento, alla luce delle criticità emerse sia in sede di rendicontazione sia in relazione ai tempi di realizzazione”, prosegue Fitto. “Il governo, con il Decreto legge 19/2024 ha così confermato responsabilmente il finanziamento di tutti i Piani Urbani integrati che avevano presentato progetti sostitutivi. Nel caso di Firenze (unico nel suo genere), in assenza di progetti sostitutivi abbiamo comunque confermato la dotazione finanziaria di 157 milioni di euro, auspicando la possibilità per l'amministrazione di presentare progetti finanziabili”. “E’ evidente, quindi - rimarca Fitto - che i 55 milioni di euro non possono essere destinati alla ristrutturazione dello stadio, come annunciato dal Sindaco Nardella, in quanto finanziati all’interno dei Piani urbani integrati, ma potrebbero essere, qualora arrivassero finalmente i progetti, destinati ad interventi coerenti con le finalità dei Piani Urbani Integrati per la rigenerazione urbana delle aree periferiche. Certamente non a favore di interventi dichiarati non ammissibili dalla Commissione Europea, come la ristrutturazione dello stadio.” “Il sindaco, anziché confondere le idee con dichiarazioni strumentali, dovrebbe solo ringraziare il Governo per aver assicurato per intero la dotazione finanziaria assegnata alla città di Firenze anche in assenza di progetti, e farebbe bene a lavorare per presentare progetti credibili e per cercare di non perdere per una seconda volta questi finanziamenti per la sua città. Sicuramente non tirare in ballo lo stadio dopo aver proceduto all’indizione della procedura di gara senza disporre dell’integrale copertura finanziaria”, conclude il ministro.
In Primo Piano
Audizioni

La sanità sarda affonda: in consiglio regionale il grido di dolore dei presidenti degli Ordini dei medici

Le nostre iniziative