Trasporti, riparte il progetto dell’Arst dedicato ad Alghero

ALGHERO. Due nuovi autobus in strada per le linee extraurbane di Alghero, in sostituzione di altrettanti mezzi ormai datati. Riprende così anche il programma di interventi su Alghero concordato tra l’...

ALGHERO. Due nuovi autobus in strada per le linee extraurbane di Alghero, in sostituzione di altrettanti mezzi ormai datati. Riprende così anche il programma di interventi su Alghero concordato tra l’amministrazione e l’Arst: nei giorni scorsi si è svolto un incontro tra il sindaco Mario Conoci, l’assessore alla Viabilità Emiliano Piras e il direttore generale dell’Arst Carlo Poledrini, con il quale è stato messo a punto la ripresa delle attività riguardanti il trasporto pubblico locale.

Partiranno finalmente le operazioni di posizionamento delle nuove pensiline e delle paline lungo il percorso urbano, sulle quali l’Arst ha fornito ampie rassicurazioni. Comune e Arst lavorano inoltre sul “Progetto Arst per Alghero” relativo al graduale rinnovamento dei mezzi urbani con l’immissione in strada di mezzi elettrici e delle cosiddette “paline intelligenti”, contenenti display elettronico con le informazioni sulle corse, e sul servizio navetta nella tratta Alghero-Aeroporto. Si rinnova l’impegno sui temi della viabilità condivisi con l’amministrazione comunale – spiega l’assessore Emiliano Piras – sia per la per la realizzazione di tutti gli interventi previsti che sul programma di sviluppo del trasporto pubblico urbano di Alghero, che necessita di un adeguamento dell’offerta di servizi alle nuove esigenze di mobilità».

All’incontro ha preso parte anche Mariano Mariani, direttore del Parco di Porto Conte, insieme al quale si è focalizzata l’attenzione sul programma di innovazione dei collegamenti nell’area del Parco di Porto Conte. Il progetto finanziato dalla Rete Metropolitana prevede la creazione dell’area sosta a Casa Gioiosa e il servizio di collegamento al promontorio di Capo Caccia e alle Grotte di Nettuno con la rivisitazione della viabilità nei 3,5 km che separano la sede del Parco al piazzale della Escala del Cabirol.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes