Coronavirus, è confermato: positivo il tampone dell'imprenditore cagliaritano

Il paziente ricoverato all'ospedale Santissima Trinità era rientrato da Rimini il 19 febbraio, ancora non avevano disposto i controlli con il termoscanner anche sui voli nazionali

CAGLIARI. E' confermato: il 42enne cagliaritano è positivo al coronavirus. La conferma arriva dall'esito del tampone analizzato nell'Istituto superiore di sanità. Si tratta del primo paziente sardo: è un imprenditore di 42 anni di Cagliari, gestore di un locale, che è stato a Rimini tra il 15 e il 18 febbraio scorso per la Beer e Food Attraction, fiera dedicata ai birrifici artigianali. È rientrato nel capoluogo sardo il 19 febbraio con un volo Bologna-Cagliari.

All'arrivo non era stato sottoposto al controllo del termoscanner, previsto secondo le disposizioni nazionali solo per i voli internazionali e in arrivo da Fiumicino, ma esteso dal 22 di questo mese a tutti i voli per ordinanza del presidente della Regione Christian Solinas

Il paziente è ricoverato all'ospedale Santissima Trinità di Cagliari.

Nel comunicato del Dipartimento della Protezione Civile vengono resi noti i dati aggiornati cui casi di Coronavirus in Italia. Ad oggi 3 marzo sono stati 2.502 i casi totali. Nel dettaglio i casi attualmente positivi: in Lombardia 1.326, 398 in Emilia-Romagna, 297 in Veneto, 56 in Piemonte, 59 nelle Marche, 30 in Campania, 19 in Liguria, 18 in Toscana, 11 nel Lazio, 13 in Friuli Venezia Giulia, 5 in Sicilia, 6 in Puglia e 6 in Abruzzo, 4 nella Provincia autonoma di Trento, 3 in Molise, 8 in Umbria, 1 nella Provincia autonoma di Bolzano, 1 in Calabria, 1 in Sardegna e 1 in Basilicata.

Le persone guarite 160, i deceduti 79: quest'ultimo numero, però, "potrà essere confermato - si spiega nella nota - solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso".

WsStaticBoxes WsStaticBoxes