Si era dato fuoco davanti a un bar: muore in ospedale a Sassari dopo tre giorni di agonia

L'uomo era ricoverato al Centro grandi ustionati dove si trova anche il poliziotto rimasto gravemente ferito nel tentativo di salvarlo. Il dramma era avvenuto ad Assemini

ASSEMINI. E' morto dopo tre giorni di ricovero nel centro ustionati dell’ospedale Santissima Annunziata di Sassari Costantin Ceoclu, 51 anni, il cittadino rumeno che venerdì scorso 24 settembre si era dato fuoco ad Assemini e che era stato soccorso da un poliziotto della squadra volante della questura di Cagliari che si era a sua volta ustionato gambe e braccia in maniera grave. E’ ricoverato anche lui nello stesso ospedale sassarese. Il rumeno non ce l’ha fatta, le sue condizioni sono progressivamente peggiorate e questo pomeriggio 27 settembre è deceduto.

L’uomo si era dato fuoco con la benzina in strada davanti a un bar, in via Carmine ad Assemini, perché il titolare del locale, a suo dire, gli avrebbe dovuto pagare un lavoro di edilizia che aveva fatto per lui e non era stato invece retribuito. Il poliziotto non aveva esitato a gettarsi su di lui per spegnere le fiamme che lo stavano avvolgendo ed entrambi erano rimasti gravemente ustionati. (l.on)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes