La Nuova Sardegna

Cagliari

La denuncia

Cagliari, badante infedele ruba soldi e gioielli a due anziane sorelle

Cagliari, badante infedele ruba soldi e gioielli a due anziane sorelle

È stata scoperta grazie alle telecamere di videosorveglianza di un Postamat

22 ottobre 2022
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Badante infedele ruba 70 mila euro, fra contanti e gioielli, a due anziane signore. Denunciata dalla squadra mobile. La polizia di Stato ha proceduto alla denuncia in stato di libertà della badante, una 46enne residente nella provincia di Cagliari, che ha sottratto oltre 40mila euro in denaro e gioielli per un valore di oltre 30mila alle due sorelle. Gli investigatori della sezione reati contro il patrimonio della squadra mobile hanno appurato che la donna, incensurata, ha effettuato numerosi prelievi e acquisti in esercizi commerciali con l’utilizzo delle carte Banco Posta delle due pensionate, residenti nel capoluogo.

L’indagine è scaturita dalla denuncia presentata da una delle vittime, che si è accorta del prelievo non autorizzato di 500 € dal conto corrente postale condiviso con la sorella; la donna aveva notato l’operazione soltanto in quanto, quella stessa giornata, non era riuscita a effettuare un acquisto. Le immagini delle telecamere posizionate in prossimità dello sportello Postamat di via della Pineta, dove è avvenuto l’indebito utilizzo della carta, hanno consentito di individuare e attribuire la responsabilità del prelievo alla badante.

La quarantaseienne, dipendente di una società di pulizie e di assistenza domiciliare, è risultata avere un tenore di vita notevolmente superiore alle proprie capacità reddituali. Il prosieguo delle indagini ha consentito di appurare che la donna, dall’anno 2019 all’ottobre del 2022, è riuscita ad asportare dall’abitazione delle due sorelle numerosi gioielli del valore di oltre 30.000 euro; i gioielli venivano smontati e venduti in un compro oro dell’hinterland. L’indagata è stata denunciata per i reati continuati ed aggravati di furto, indebito utilizzo di carte di credito, abbandono di persone incapaci e anti-riciclaggio, ha restituito spontaneamente la somma di 3.500 euro. (l.on)

In Primo Piano
Strutture ricettive

Lotta al sommerso nel turismo: sul mercato tante offerte sospette

di Claudio Zoccheddu
Le nostre iniziative