La Nuova Sardegna

Cagliari

Le celebrazioni

La Guardia di finanza festeggia il 250° anniversario, primo appuntamento a Cagliari

di Luciano Onnis
La Guardia di finanza festeggia il 250° anniversario, primo appuntamento a Cagliari

Ottocento persone hanno preso parte all’evento ospitato nell’auditorium del conservatorio di musica

03 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Al via oggi 3 maggio le iniziative del Comando regionale Sardegna della Guardia di finanza connesse alle celebrazioni del 250° anniversario di fondazione del Corpo. Primo appuntamento all’auditorium del Conservatorio statale di musica "Giovanni Pierluigi da Palestrina", dove si è tenuta una manifestazione celebrativa in collaborazione con la giovane orchestra degli allievi della scuola.

All'evento, con circa 800 presenti, hanno preso parte ricevute dal comandante regionale del Corpo, generale Claudio Bolognesi, le principali autorità civili – fra cui la presidente della Regione Alessandra Todde - militari e religiose, rappresentanze dei militari delle Fiamme Gialle e relativi familiari e, in particolare, 400 studenti dell'ultimo biennio delle scuole superiori. La partecipazione di un cosi considerevole numero di alunni ha avuto lo scopo di far conoscere loro l'Istituzione della Guardia di Finanza, al fine di diffondere i principi di legalità economico-finanziaria previsti dalla Carta costituzionale.

Durante un viaggio tra musica e storia, caratterizzato dal motto "Nella tradizione il futuro" - "In su connottu su benidore" -, è stato presentato il percorso di due secoli e mezzo delle Fiamme gialle, una sorta di spin off delle attività attraverso le tappe più significative di un lungo cammino al fine di rendere un doveroso e meritato omaggio ai tanti finanzieri sardi che hanno dedicato la loro vita professionale, anche sulla Penisola, a favore della collettività.

Proprio l'omaggio alle Fiamme Gialle di Sardegna ha portato al ricordo di alcuni eroi dell'isola, tra i quali Costantino Carta, originario di Suni (Oristano), che esplose il primo colpo di fucile da parte italiana nella prima guerra mondiale, di Salvatore Corrias di San Nicolò Gerrei (Cagliari) e di Giovanni Tolis di Chiaramonti (Sassari) deceduto nel campo di sterminio di Mathausen (Austria), gli ultimi due decorati di medaglia d'oro al merito civile per aver salvato tanti ebrei dalla deportazione nei campi di sterminio, e di Giuseppe Pala di Serdiana, vittima delle foibe.

Il generale Bolognese ha evidenziato, rivolgendosi in psrticolare ai giovani studenti il ruolo al servizio delle istituzioni e della collettività delle Fiamme Gialle, «che forniscono quotidianamente, con senso del dovere e umanità, il loro contributo a tutela delle libertà economiche e dell'equità sociale».

Le celebrazioni proseguiranno con altri eventi, tra i quali spiccano la mostra multimediale in programma dal 19 al 23 giugno prossimo presso la passeggiata coperta del Bastione Saint Remy di Cagliari, mentre il 26 giugno si celebrerà l'annuale festa del Corpo per la prima volta nel piazzale antistante la Basilica di Nostra Signora di Bonaria.

In Primo Piano
Emergenza

Siccità, nuove restrizioni. Ambrogio Guiso: «Un massacro per le campagne»

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative