Viaggio nei reparti blindati del Mater Olbia dove medici e pazienti combattono contro il Covid

OLBIA. Diciotto regole per poter entrare nella zona rossa. Da seguire con la massima attenzione. Perché per chi opera nel reparto blindato, la parola d’ordine è sicurezza assoluta. I medici per riconoscersi e farsi riconoscere dai pazienti scrivono il loro nome con il pennarello rosso sulle tute bianche. Quella scritta "umanizza" i medici bardati con tute, mascherine, visiere, guanti. Il viaggio della Nuova Sardegna tra i reparti Covid di sub intensiva e intensiva del Mater mostra i volti di chi ce l'ha fatta e si prepara a uscire dall'incubo. Ma anche di chi, intubato, lotta contro il virus. "Credetici, è durissima" è il commento di Anna Campus, di Monti, 58 anni ricoverata in sub Intensiva. E da parte di tutti i pazienti c'è un grazie immenso ai medici e agli infermieri che ogni giorno combattono contro il Covid. (Foto Vanna Sanna)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes