L'appello di Malala, 'riportare a scuola le ragazze afghane'

Lettera aperta della Nobel contro il bando imposto dai talebani

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - "Le donne afghane parlano chiaro e reclamano il loro diritto all'istruzione. Dobbiamo stare al loro fianco". Lo scrive su Twitter Malala Yousafzai, premio Nobel per la Pace, invitando a firmare la lettera aperta da lei pubblicata insieme all'attivista per i diritti delle donne Zarqa Yaftali e alla presidente della Commissione indipendente per i diritti umani in Afghanistan, Shaharzad Akbar, in cui sollecita i talebani a garantire il diritto all'educazione delle ragazze, attualmente negato dalla scuola secondaria e all'università, e chiede "al G20 e ai leader musulmani di agire" per questa causa.

"L'Afghanistan è oggi l'unico Paese al mondo che impedisce alle ragazze di studiare. Tutti i leader devono compiere azioni urgenti e decise per riportare a scuola ogni ragazza afghana", si legge nell'appello diffuso da Malala. (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes