La Nuova Sardegna

Nuoro

orosei

Scambio culturale, studenti dell’Itc ospiti a Cracovia

OROSEI. L'Itc “S.Satta” di Orosei si apre allo scambio interculturale con altre realtà studentesche europee. Il mese scorso nove studenti dell’unico istituto superiore della Valle del Cedrino sono...

29 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





OROSEI. L'Itc “S.Satta” di Orosei si apre allo scambio interculturale con altre realtà studentesche europee. Il mese scorso nove studenti dell’unico istituto superiore della Valle del Cedrino sono stati impegnati nello scambio di classe con il liceo Ogolnoksztalcace di Cracovia.

Qui ad attenderli hanno trovato altrettanti coetanei che li hanno ospitati per tutto il periodo della loro permanenza in Polonia dove hanno frequentato l’istituto e conosciuto la realtà e la cultura locali. Oltre a frequentare le lezioni con i loro “fratelli acquisiti”, i giovani studenti oroseini hanno avuto modo di visitare la miniera di sale di Wieliczka, il Castello Reale di Wawel, l’antica zona ebraica di Kazimierz, il Museo Storico di Cracovia, e trascorrere un’intera giornata ad Auschwitz. Ma oltre che per l’aspetto didattico, per i ragazzi dell’Itc Satta di Orosei si è trattato di una esperienza molto utile alla loro crescita sociale in un ottica transnazionale. Molti momenti della loro permanenza a Cracovia sono stati trascorsi infatti con le famiglie polacche ospitanti. Uno scambio socio-culturale che si ripeterà al contrario il prossimo autunno quando gli studenti polacchi saranno ospitati a Orosei e Galtellì dalle famiglie dei ragazzi dell’Itc.

L’iniziativa è stata sostenuta con convinzione dalla preside dell’Itc Satta di Nuoro-Orosei Pierina Masuri ed è stata organizzata dalla professoressa di inglese Melissa Pezzulli col supporto della vicepreside Sandra Carta e dell’associazione Intercultura, una onlus che dal 1955 promuove scambi scolastici per studenti delle scuole superiori in più di 60 Paesi di tutto il mondo. Un’esperienza che fa crescere nei giovani la conoscenza di altre abitudini di vita e di altre culture, insieme alla riscoperta dei valori della propria appartenenza identitaria. (a.f.)

In Primo Piano
La tragedia

Terribile schianto nella notte: due morti e due feriti a Escalaplano

di Gian Carlo Bulla
Le nostre iniziative