La Nuova Sardegna

Nuoro

Evade dai domiciliari

Evade dai domiciliari

Arrestato si difende: stavo andando a governare il gregge

24 luglio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





NUORO. La Volante lo ha sorpreso avant’ieri mattina in via Biasi, vicino alla vecchia strada per Mamoiada. «Sto andando in campagna dal mio gregge» ha subito detto agli agenti Salvatore Zucca. Ma per la polizia, il giovane nuorese non sarebbe dovuto essere lì, visto che da tempo si trovava agli arresti domiciliari, e aveva solo il permesso per poter accompagnare il padre in campagna per governare il bestiame.

La spiegazione fornita da Zucca, insomma, non ha convinto gli agenti: per questo il giovane nuorese, più volte finiti nei guai con la giustizia, è stato arrestato con l’accusa di aver violato le misure di sorveglianza. Di essere, in sostanza, “evaso” dagli arresti domiciliari. Ieri mattina, il giudice Antonella Useli Bacchitta ha convalidato il suo arresto e ha confermato per Zucca la misura degli arresti domiciliari.

I suoi avvocati, Giuseppino Monni e Franco Manduzio sostituito ieri da Luca Corda, hanno chiesto i termini a difesa. Hanno preso tempo, insomma, per studiare gli atti che riguardano il loro assistito. Il processo nei confronti di Zucca, dunque, si terrà il 28 luglio. (v.g.)

Elezioni regionali 2024
Dopo il voto

Elezioni regionali, il centrodestra ancora spera nel ribaltone

Le nostre iniziative