La Nuova Sardegna

Nuoro

macomer

Duemila visitatori tra gli stand

Duemila visitatori tra gli stand

Soddisfatti gli organizzatori della prima Fiera del territorio

30 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





MACOMER. Si stima che più di duemila persone abbiano visitato gli stand della Fiera del territorio che si è svolta nella serata di sabato e nella giornata di domenica. L’afflusso non è stato enorme, ma in considerazione del fatto che siamo in piena estate, che la manifestazione è stata organizzata in pochi giorni e che domenica era la festa di San Pantaleo, patrono di Macomer, duemila persone sono comunque un buon risultato. Gli organizzatori ritengono che valga la pena di riproporla, anche perché crea un certo movimento (molti i visitatori sono venuti dai paesi del Marghine ed erano tante le facce sconosciute provenienti da altre zone). La fiera, comunque, è sempre una vetrina per far conoscere le attività e le produzioni a una clientela sempre più distratta e attratta dai mercati fuori territorio, un modo per spiegare alla gente che Macomer ha ancora un’offerta produttiva e commerciale conveniente e che vale la pena di guardarsi attorno prima di cercare altrove. Per le prossime edizioni l’idea è quella di non avere una sede fissa (era stato ipotizzato di portarla alla mostra zootecnica, ma significa sostenere costi aggiuntivi che di questi tempi operatori commerciali e imprese non possono permettersi), ma di organizzare una fiera itinerante che si sposti di volta in volta negli spazi delle aziende che ne hanno disponibilità. La manifestazione è riuscita e si intende continuare. Sabato la gente è rimasta fino a tardi nonostante il maestrale e benchè facesse freddo. Domenica i visitatori hanno iniziato ad affluire dopo mezzogiorno, praticamente dopo la processione e la messa per la festa del patrono. La fiera si è conclusa poco dopo le ore 17 di domenica. Si può dire che i cancelli siano rimasti aperti per meno di dodici ore, una mezza giornata ma intensa di visite. La prima edizione sperimentale della Fiera del territorio è comunque riuscita e già si pensa alla prossima edizione da tenersi nel 2015, quando si spera che la crisi avrà allentato la morsa anche su Macomer. I promotori, che sono la ditta Fratelli Santoni, Ferrari, Centro Infissi e Benarredo, sono già al lavoro per l’edizione dell’anno prossimo. (t.g.t.)

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative