nuoro
cronaca

Fois rende omaggio a Grazia Deledda

Domani lo scrittore al teatro Eliseo per parlare agli studenti All’Isre un convegno sul canto popolare, caro alla scrittrice


27 settembre 2016


NUORO. Centoquarantacinque anni fa nasceva Grazia Deledda, e domani il Comune celebrerà l’evento: all’anagrafe risulterebbe infatti che la scrittrice nacque il 28 settembre 1871 e non il 27 settembre come è indicato nella maggior parte delle biografie. L’equivoco nasce dal fatto che Grazia venne alla luce nella notte tra il 27 e il 28, alle due del mattino. Il padre registrò la nascita in municipio il 30 settembre, dichiarando data e ora. La confusione, o lo stesso fatto che la Deledda dicesse di essere nata il 27 settembre, deriva anche dal nome che le fu dato, Grazia Cosima Damiana, dedicato ai santi del 27 settembre, secondo un’usanza diffusa. A complicare le cose, i registri della scuola elementare dell’epoca, dove la data di nascita viene indicata nel 27 settembre 1872, cioè addirittura un anno dopo.

Quale che sia la data reale, l’amministrazione comunale ha scelto la giornata di domani, cioè il 28 settembre, per festeggiare l’anniversario della nascita della scrittrice nell’ambito delle celebrazioni deleddiane in programma da luglio al prossimo ottobre. Celebrazioni che riguardano sia gli ottant’anni dalla morte (su questa data non ci sono dubbi: 15 agosto 1936), sia i novanta dalla vittoria del Nobel (anche su questo aspetto si è discusso a lungo: 1926 o 1927? Il premio per la letteratura le fu assegnato nel 1926, ma la cerimonia di conferimento, di questo e degli altri Nobel, fu fatta slittare di un anno, appunto al 1927).

Il programma di domani prevede la partecipazione di un relatore d’eccezione, lo scrittore Marcello Fois, all’incontro con gli studenti delle scuole primarie e secondarie per parlare della vita e le opere della Deledda (ore 10, Teatro Eliseo). Poco dopo l’assessore comunale alla Cultura Sebastian Cocco presenterà il concorso “A scuola con Grazia” dedicato agli studenti nuoresi. Sempre all’Eliseo, alle 11:30 l’attore e regista Giovanni Carroni metterà in scena lo spettacolo “Cosima quasi Grazia”.

Alle 19, infine, ma all’Isre, nell’auditorium di via Mereu si svolge il convegno "Il Canto a tenore e la coralità nuorese". L’assessore Cocco ricorda come «quello del canto e della coralità è un tema molto caro alla Deledda. Poco più che ventenne, pubblicò sulla Rivista delle tradizioni popolari italiane, diretta da Angelo de Gubernatis, una raccolta di saggi etnografici che prese il nome di Tradizioni popolari di Nuoro». Ne parleranno l’antropologa Chiara Solinas e il musicologo Gian Nicola Spanu. Coordina Luca Urgu, interviene Marcello Fois, cori di Populos-Tenore Nugoresu e del Coro Grazia Deledda.

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.