Campanile, parte il piano di restauro

I lavori serviranno anche a mettere la struttura in sicurezza

SINISCOLA. L’impalcatura realizzata per l’esecuzione dei lavori nasconderà ancora per poco la vista del campanile della parrocchia di San Giovanni Battista. Sono stati avviati infatti i lavori per il restauro e consolidamento statico della struttura che sovrasta la cittadina baroniese. Gli elaborati tecnici, sono dello studio tecnico di architettura Delogu di Galtellì resisi necessari per rimettere in sesto l’antica opera realizzata intorno alla meta del 19’ secolo e dichiarata inagibile alcuni anni fa per problemi di sicurezza a causa del distacco di alcune parti di intonaco. Una parte dell’area prospiciente la parrocchia, uno degli edifici di culto più antichi e frequentati della cittadina, era stata quindi delimitata per sicurezza con delle transenne al fine di eliminare i pericoli dovuti alla eventuale caduta di calcinacci mentre un’apposita ordinanza sindacale, aveva intimato a suo tempo al parroco di non utilizzare le campane in quanto le vibrazioni prodotte, avrebbero potuto indebolire ancora di più le vecchie mura. Per sistemare il campanile i cui lavori, iniziarono nel 1833 nell’area dove c’era una cappella dedicata a Sant’Anna ci sono a disposizione quasi centomila euro di finanziamenti regionali e comunali ci cui 77mila sono andati a bando. A breve, quindi, il campanile sarà liberato dalle reti di sicurezza che ne impediscono la visuale, i siniscolesi, potranno nuovamente svegliarsi al suono dei rintocchi delle campane e sincronizzare gli orologi allo scoccare delle ore.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes