La Giornata Fai a Bau Muggeris

La delegazione provinciale organizza una visita guidata nelle bellezze del territorio di Villagrande

NUORO. Anche quest’anno la delegazione del Fai, il fondo ambiente Italia, di Nuoro parteciperà alle Giornate Fai d’Autunno, manifestazione nazionale giunta ormai alla sua decima edizione, prevista per il prossimo weekend. Sabato 16 ottobre il gruppo Ogliastra,che fa parte della delegazione di Nuoro, organizza infatti una visita guidata alla diga di Bau Muggeris, nel territorio di Villagrande Strisaili. «Si tratta di un territorio di particolare pregio naturalistico e archeologico – spiega il Fai Nuoro – ma dove è possibile visitare anche strutture inaspettate, legate alla più recente attività dell'uomo,come le imponenti dighe sull'Alto Flumendosa. L'opera, iniziata nel 1949, è stata la prima grande opera del secondo dopoguerra. Sono presenti in loco anche i resti dell'antico villaggio , costruito contestualmente alla diga per ospitare le maestranze impegnate nei lavori. Il villaggio, circondato dalle montagne, era completamente autosufficiente in quanto dotato di tutti i servizi. Sarà visitabile anche la prima porzione delle centrali idroelettriche». La visita sarà guidata dagli apprendisti Ciceroni dell'Istituto Comprensivo di Villagrande e da tecnici esperti. Faranno da contorno i racconti dello scrittore Luigi Pirroni (autore del volume Storia e Storie dell Bacino dell' Alto Flumendosa) e gli interventi della scrittrice Gisella Rubiu che approfondirà temi quali il ruolo dell'acqua in Sardegna e la longevità degli abitanti di Ogliastra. Domenica 17 invece saranno i volontari della delegazione di Nuoro ad organizzare una giornata nel Borgo di Galtellì dove sarà possibile seguire un suggestivo itinerario guidato, alla scoperta dei suoi tesori, essendo, questo, un centro della Baronia ricco di storia, arte e cultura. Fin dal Medioevo Galtellì assunse particolare importanza nel Giudicato di Gallura, fu capoluogo della Curatoria e sede di Diocesi. Da questo glorioso passato deriva la ricchezza di luoghi d'interesse storico-artistico, come le numerose chiese, tra cui la basilica di San Pietro, antica sede vescovile, che conserva al suo interno rari affreschi del XIII secolo. La visita si snoderà nel centro storico con soste previste nei siti di particolare interesse, (Chiesa del Crocifisso, Casa delle Dame Pintor, Museo di Casa Marras). Non mancheranno i riferimenti alla scrittrice Grazia Deledda, che era solita soggiornare nel borgo con la sua famiglia nel cammino verso Orosei in occasione della festa della Madonna del Rimedio. La famosa scrittrice amò tanto questo luogo da ambientarvi alcuni dei suoi scritti tra i quali il romanzo Canne al Vento. Il paese di Galtellì, recentemente interessato da una grande opera di restyling, è inserito tra i Borghi Autentici d’Italia.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes