Via al restauro della cattedrale ma le funzioni non si fermeranno

TORTOLÌ. Hanno avuto inizio gli attesi lavori di recupero e restauro dell’antica cattedrale Sant’Andrea (intitolata al santo patrono della cittadina) che si trova in pieno centro storico. Durante...

TORTOLÌ. Hanno avuto inizio gli attesi lavori di recupero e restauro dell’antica cattedrale Sant’Andrea (intitolata al santo patrono della cittadina) che si trova in pieno centro storico. Durante tutti gli interventi previsti nella cattedrale si continueranno a celebrare le funzioni religiose e rimarrà quindi aperta ai tantissimi fedeli che la frequentano.

«I previsti lavori nella cattedrale Sant’Andrea – annunciano gli amministratori comunali, con in testa il sindaco Massimo Cannas – sono stati finanziati per un importo di 250mila euro dalla Curia vescovile e dalla Regione nell'ambito del progetto “Ogliastra percorsi di lunga vita” (si tratta della programmazione negoziata con la Regione Sardegna che prevede una dotazione di 59 milioni di euro, ndr)».

L’esecutivo comunale sottolinea che il cantiere riguarderà una serie di corposi interventi che andranno a porre fine «ad alcune criticità legate a fenomeni di umidità dovuti a varie infiltrazioni». In maniera particolare sono previsti interventi sulla copertura, gli intonaci e le pitture sul campanile, gli infissi, le tinteggiature interne ed esterne. Inoltre, su autorizzazione della Soprintendenza dei beni culturali, la cattedrale Sant’Andrea tornerà finalmente al suo antico colore, ovvero il bianco.

«L'attuazione del progetto – viene posto in evidenza dai competenti uffici dell’ente locale – è in capo all'Unione dei Comuni. Mentre la conduzione dell'intervento è stato portato avanti dal competente assessorato comunale per l'incarico di progettazione e quindi l'appalto dei lavori. Questi avranno una durata pari a 90 giorni». (l.cu.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes