La Nuova Sardegna

Nuoro

Il processo

Telefonini in cella a Badu’e carros, chiesta la condanna di 10 imputati


	Il carcere nuorese di Badu'e carros
Il carcere nuorese di Badu'e carros

Il pm Andrea Ghironi ha sollecitato pene da nove a due anni

08 novembre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Nuoro Condanne da un massimo di 9 anni e 4 mesi a un minimo di 1 anno e 8. Sono queste le pene richieste dal pubblico ministero Andrea Ghironi al processo con rito abbreviato, sull’inchiesta per il traffico di telefonini trovati all’interno del carcere nuorese di Badu’e carros, che vede davanti al gup Mauro Pusceddu, dieci imputati, accusati a vario titolo di corruzione e ricettazione.

La requisitoria del pm si è incentrata principalmente sulle figure “cardine” dell’inchiesta: l’assistente capo della polizia penitenziaria, Salvatore Deledda, di Siniscola, (difeso dagli avvocati Stefano Stochino e Roberto Corrias) accusato di aver ricevuto i pacchi contenenti i cellulari e le sim da Carmela Mele, sorella del detenuto campano Vincenzo Mele, pure lui imputato, e destinatario della “merce” all’interno del penitenziario.

In Primo Piano

Video

Impianti fotovoltaici in Sardegna: varata la norma che stabilisce i limiti nelle installazioni per i prossimi 18 mesi

L’allarme

Grosso incendio tra Riola Sardo e San Vero Milis: a fuoco terreni da pascolo e macchia mediterranea

Le nostre iniziative