Il mitico “Passaggio a Nord-Ovest” in barca a vela

Impresa per l’ammiraglia della flotta del centro velico di Caprera: il percorso in 140 giorni - VIDEO - FOTO

LA MADDALENA. Due anni di lavoro per attraversare l’Oceano in 140 giorni, dal primo giugno al 14 ottobre 2012, percorrendo 8.200 miglia su una barca italiana ‘Best Explorer’, gemella della ‘Mastropietro’, ammiraglia della flotta del rinomato Centro Velico Caprera. L’impresa compiuta da ventuno velisti supportati dall’associazione ‘Artic sail expedition’, che ha gestito la parte economica della missione: ‘Passaggio a Nordovest’, otto tappe da Tromso, in Norvegia a King Cove in Alaska, attraverso i ghiacci di una rotta tracciata dal norvegese Amundsen nel 1903, è stata celebrata presso il circolo ufficiali, relatore uno dei sei caprerini che hanno fatto parte dell’equipaggio: Roberto Oberti, noto ‘Spinone’.

Il passaggio Nordovest fu percorso per la prima volta dal norvegese Amudsen, che impiegò tre anni, dal 1903 al 1906. Da allora, in quasi cento anni, il passaggio è stato ripetuto da 55 barche da diporto e da 95 navi, tra rompighiaccio, navi militari e oceanografiche. “La Maddalena ospita il centro di eccellenza velica della marina militare e ciò rinsalda i legami con certe attività e la stessa marina- ha chiosato il comandante della Scuola Sottufficiali, Claudio Gabrini. “Questa impresa certifica quanto il Centro Velico di Caprera rappresenti un’autentica scuola di vela e di mare che consente di raggiungere obiettivi impensabili”- ha concluso il responsabile del CVC e presidente del locale Panathlon International, Marzio Rotta. Lorenzo Impagliazzo

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes