La Nuova Sardegna

Olbia

Archiviata l’inchiesta sui maltrattamenti

Archiviata l’inchiesta sui maltrattamenti

Il gip del tribunale di Tempio ha prosciolto la titolare e sette assistenti dell’istituto privato. Tonina Sanna: «Una liberazione»

30 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





OLBIA. L’incubo giudiziario, per Tonina Sanna e lo staff che la assiste nella gestione della scuola materna “Il girasole”, è finito ieri. Il gip del tribunale di Tempio, Vincenzo Cristiano, ha infatti archiviato il procedimento penale avviato nel 2012 e che portò anche alla temporanea chiusura, per sequestro penale, della struttura di via Fera, che accoglie bambini da 1 a cinque anni, dopo gli esposti presentati da una coppia di genitori che sosteneva che all’interno di quella scuola materna fossero stati commessi abusi sui piccolissimi ospiti, compresa la loro figlioletta. La bambina, è stato accertato, frequentò quella scuola materna per soli due giorni, «Neppure il tempo per fare la nostra conoscenza – ha detto ieri una commossa ma felicissima Tonina Sanna, che ha allevato figli suoi e di mezza Olbia – ma alla quale siamo rimasti sempre legati, come ad ogni bimbo o bambina che ci è stata affidata».

Palloncini, dolci e aranciata per tutti, una festa in grande stile, quella organizzata ieri sera nella scuola materna, alla quale hanno preso parte centinaia di persone: mamme, papà, bimbi e anche qualche nonno. Tutti a complimentarsi con “maestra Tonina” che, assistita dall’avvocato Giampaolo Murrighile, ha affrontato con la morte nel cuore questi due anni di burrasca giudiziaria. «Non ho mai avuto, e nessuno dei miei assistenti lo farà mai, uno scatto d’ira nei confronti dei bambini che ci vengono affidati. Fermezza e tanta bontà, questo il nostro metodo di insegnamento», ha detto ieri Tonina Sanna. Contro la sua struttura che alleva da trent’anni i bambini di Olbia si erano accaniti anche i conduttori di una televisione nazionale, che mandarono in onda un servizio costato una denuncia per calunnia al genitore firmatario dell’esposto. Una denuncia per le dichiarazioni rese a quella emittente e ad altre testate giornalistiche. Affermazioni risultate infondate e diffamatorie. I momenti difficili e l’ amarezza si sono dissolti ieri come neve al sole quando i bambini hanno intonato una canzoncina di auguri dedicata alla maestra.

La scuola materna di via Fera continuerà a ospitare, infondendo loro i primi dettami di convivenza, i bimbi di Olbia, come fa da oltre trent’anni. Soddisfazione anche da parte dei collaboratori della scuola materna, sette tra maestre e assistenti che vennero indagati per i presunti e mai commessi maltrattamenti ai danni dei piccoli ospiti della scuola. La festa è stata organizzata per «un momento di liberazione con la celebrazione della verità», ha spiegato l’avvocato Paola Puddu, che ha seguito il caso insieme al collega Giampaolo Murrighile. (g.p.c.)

In Primo Piano
Incidente

Perde il controllo della moto e finisce contro un cartello stradale, muore il 39enne di Dorgali Giuseppe Gometz

Video

Dopo quattro giorni di vacanza in Costa Smeralda, Jannik Sinner riparte da Olbia: autografi su palline e racchette per pochi fortunati

Le nostre iniziative