La Nuova Sardegna

Olbia

Sblocca Italia: sì all’ospedale ex San Raffaele e 224 milioni per le strade sarde

Sblocca Italia: sì all’ospedale ex San Raffaele e 224 milioni per le strade sarde

Il governo concede le deroghe su posti letto e spesa sanitaria, Regione e Qatar Foundation Endowment possono firmare l’accordo

29 agosto 2014
2 MINUTI DI LETTURA





OLBIA. Il governo Renzi dà il via libera per l’apertura dell’ospedale ex San Raffaele di Olbia e assegna 224 milioni di euro aggiuntivi per le strade della Sardegna..

Il consiglio dei ministri, all’interno del decreto Sblocca Italia, ha approvato nella seduta di questo pomeriggio le deroghe al numero dei posti letto e alla spesa sanitaria della Regione Sardegna indispensabili per rendere operativo l’investimento programmato dalla Qatar Foundation Endowment nell’ospedale ex San Raffaele di Olbia.

La conferma arriva dalla Regione, al termine della riunione del governo.

«Non abbiamo mai dubitato della serietà degli impegni del governo _ commenta il presidente della Regione Francesco Pigliaru _ Ora si può procedere rafforzando la nostra capacità di attrarre investimenti esteri».

In caso di investimenti con capitali prevalentemente esteri per realizzare nuove strutture ospedaliere nel computo di posti letto non si tiene conto di quelli accreditati in queste ultime, prevede il decreto legge per quanto riguarda la prima deroga.

Il progetto della Qatar Foundation Endowment - da 1,2 miliardi di euro in dieci anni - concordato con la Regione prevede di partire già a marzo 2015 con una dotazione di 178 posti letto complessivi, di cui 108 per acuti e 70 per post-acuti accreditati. Nei 12 mesi successivi si salirà a 242 posti letto (142 per acuti e 100 per post-acuti) accreditati, cui si aggiungeranno 50 posti senza oneri a carico del servizio sanitario regionale.

224 milioni per le strade. Per strade e infrastrutture della Sardegna il governo ha previsto 224 milioni di euro in più, indicati nel dl Sblocca Italia approvato stasera. Secondo le stime della Regione, queste risorse aggiuntive consentiranno di completare il quadro degli interventi infrastrutturali attesi da tempo. I nuovi finanziamenti integrano i 400 milioni previsti nell’Accordo di Programma quadro alla firma del Mise e a fondi che la Regione aggiungerà?nel bilancio pluriennale programmandole sin dal prossimo anno. 

«Esprimo apprezzamento perché dopo i ripetuti confronti di questi mesi con la presidenza del consiglio e il ministero delle infrastrutture, abbiamo raggiunto risultati significativi _ commenta l’assessore dei lavori pubblici Paolo Maninchedda _ Questo ci consentirà di procedere con la sistemazione dei punti critici della 131 nord con 143 milioni e con la realizzazione della Sassari- Alghero con altri 81 milioni. Adesso ci aspettiamo che il governo firmi l’accordo di programma e ci consenta così di mandare a gara complessivamente 500 milioni di lavori».

In Primo Piano
Incidente

Cade da cavallo e sbatte la testa: grave 16enne di Senorbì

di Gian Carlo Bulla
Le nostre iniziative