Padru, quasi negativizzato il paziente ospite della Rsa

Per la certezza assoluta verrà sottoposto tra alcuni giorni a un secondo tampone Nessun positivo tra i 46 test già analizzati. Zero contagi nelle altre case di riposo

MONTI. E’ stato sottoposto a un nuovo tampone ed è risultato negativo al Covid-19. E’ il paziente trasferito una decina di giorni fa alla Rsa di Padru dall’ospedale e risultato positivo (anche se asintomatico). Ieri la buona notizia, anche se bisognerà sottoporre l’ospite della residenza sanitaria assistita a un secondo tampone (la prossima settimana) per sapere se a tutti gli effetti è “negativizzato”. Se sarà così, rimarrà alla Rsa e non verrà trasferito più in ospedale, come si era deciso in un primo momento.

Ma il sindaco Antonio Satta, ieri, ha dato anche un’altra importante notizia. «Dopo i primi 30 tamponi a cui erano stati sottoposti ospiti e personale e il cui risultato è stato negativo, ne sono arrivati altri 16 dal laboratorio di Nuoro: anche questi negativi. E’ una ulteriore conferma di tutte le cautele e le precauzioni assunte sin dal primo momento. Adesso aspettiamo i risultati di altri 50 test (che arriveranno da Cagliari) mentre ieri mattina sono stati sottoposti a tampone altre 60 persone che operano all’interno della struttura. Colgo l’occasione per sottolineare la mobilitazione che c’è in paese per affrontare questo periodo di grande emergenza: il Comune è in prima linea su tutti i fronti, ma sono costantemente in campo i volontari della Croce Rossa e i barracelli che si occupano soprattutto di dare assistenza e di portare la spesa a tutte le famiglie che hanno particolari necessità».

Le altre case di riposo. Mentre nelle case di riposo di diverse zone dell’isola si sono verificati molti contagi e diversi decessi, in Gallura non si sono registrati casi certi o sospetti. Nelle case di riposo di Aggius Luras, Buddusò, Luogosanto, Aglientu e Oschiri, per esempio, non ci sono pazienti con sintomi.

Aggius, in 2 diverse strutture (una comunale e l’altra delle suore) ospita 18 anziani, Luras 13, Buddusò 50, Luogosanto 22, Oschiri 16 e Aglientu 20. Qui sono state sospese immediatamente le visite degli esterni e sia i Comuni che i gestori hanno applicato le misure restrittive dall’inizio dell’emergenza proprio perché hanno capito i gravissimi rischi che si sarebbero potuti correre. (s.p. e s.d.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes