Comincia il restyling dell’ingresso ovest: traffico rivoluzionato

Dal 1° luglio molte strade chiuse per l’avvio del cantiere a Isticadeddu si realizzeranno rotatorie e piste ciclabili

OLBIA. Nel giro di qualche tempo cambierà praticamente tutto. La carreggiata diventerà più larga, saranno realizzati dei nuovi marciapiedi, nascerà una pista ciclabile, quattro rotatorie miglioreranno gli accessi alle traverse. In via Vittorio Veneto, nel tratto finale compreso tra la scuola elementare e la tangenziale, il Comune comincerà una lunga operazione di restyling con l’obiettivo di cambiare il volto a quello che è uno degli ingressi principali della città. I lavori cominceranno tra qualche giorno e dureranno diversi mesi.

L’ordinanza. Per questo Giovanni Mannoni, il dirigente della polizia locale, ha firmato una ordinanza che, per consentire l’esecuzione dei lavori, stravolgerà la circolazione delle auto dal 1° luglio al 19 dicembre. Il sindaco Settimo Nizzi, dopo il recente incontro con i commercianti di viale Aldo Moro sulle piste ciclabili, incontrerà nei prossimi giorni anche i residenti della zona interessata dal cantiere per presentare il progetto.

Cantiere aperto. L’ordinanza firmata da Mannoni la dice lunga sulla dimensione dei lavori. Una parte dell’ultimo tratto di via Vittorio Veneto, che attraversa i rioni di Isticadeddu e Pasana, verrà praticamente chiuso al traffico delle auto, a parte alcune eccezioni per i residenti. Di conseguenza non mancheranno i problemi alla circolazione, considerati il periodo estivo e il fatto che è anche da qui che si passa per raggiungere l’alta Gallura. Da luglio a dicembre, per esempio, nel tratto di via Vittorio Veneto compreso tra le vie Marco Polo e via James Cook (praticamente il nuovo ponte sul Seligheddu) verrà sospesa la circolazione veicolare, eccetto per i residenti e i lavoratori della zona. Sempre in via Vittorio Veneto, tra le intersezioni con le vie James Cook e Plutone, la circolazione sarà totalmente sospesa, anche per i pedoni. Chiudono anche via Giove e una parte di via Pizarro, a ridosso di via Vittorio Veneto. Per limitare i disagi, il Comune indicherà alcune strade alternative. Come già accaduto alcuni anni fa, dopo la demolizione del ponte sul Seligheddu e la successiva ricostruzione, il traffico si riverserà soprattutto nella tangenziale ovest.

Il restyling. Il sindaco Settimo Nizzi presenterà i dettagli del progetto nei prossimi giorni. Ma quel che accadrà in via Vittorio Veneto, almeno in linea di massima, lo si sa già da tempo. L’obiettivo del Comune è riqualificare l’accesso ovest della città e per questo la strada, a partire dalla scuola elementare, sarà risanata e allargata. Poi saranno creati dei nuovi marciapiedi e una pista ciclabile su sede separata che arriverà fino alla tangenziale. Un modo, questo, per collegare meglio l’intera zona al resto della città, visto che da Isticadeddu alla tangenziale al momento non esiste neanche un marciapiede. Tra le altre cose, saranno anche realizzate tre nuove rotatorie in via Vittorio Veneto in corrispondenza delle vie Marco Polo, James Cook e Plutone. Infine sarà adeguata al nuovo progetto anche la rotatoria (già presente) di via della Ferula.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes