Arzachena, sevizie al clochard: i tre ragazzi sono accusati di tortura

A luglio c’era stata una richiesta di proroga delle indagini. Ora la chiusura delle indagini. Con la nuova e più pesante accusa

ARZACHENA. I tre ragazzi che aggredirono il clochard nel parcheggio di un market di Arzachena sono accusati di tortura. Due sono minorenni, di quindici anni, e uno è maggiorenne. Sono ritenuti responsabili dei pestaggi e delle sevizie inflitte a Abdellah Bequeawi, 54 anni, il clochard marocchino che tutti chiamavano Filippo, trovato morto nel parcheggio sotterraneo dell’Eurospin qualche giorno prima di Natale. Le indagini si erano concentrate su sei ragazzi con l’accusa di lesioni aggravate. Tre di loro sono usciti dall’inchiesta. A luglio c’era stata una richiesta di proroga delle indagini. Ora la chiusura delle indagini. Con la nuova e più pesante accusa per tre di loro: tortura.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes