Carta: «Nuovi progetti per la crescita di Trinità»

Il rieletto sindaco giurerà in aula domani sera alle 18 e presenterà la sua giunta Due assessori riconfermati (Suelzu e Addis), i neo entrati sono Prunas e Mamia

TRINITÀ. È tutto pronto per il Carta bis a Trinità d'Agultu e Vignola. Il sindaco uscente, Giampiero Carta, giurerà domani alle 18 e presenterà la giunta. Due donne e due uomini che, come dice, Carta «sono espressione della volontà popolare, sono i quattro più votati della lista». Due sono riconfermati e due sono nuovi in giunta ma non nel gruppo. Mauro Addis (che rimane vicesindaco) riavrà l'assessorato ai Lavori Pubblici. Riconfermata anche Laura Suelzu che mantiene le deleghe assessoriali al Turismo e si occuperà della frazione di Vignola. I nuovi assessori sono Antonella Prunas, ex capogruppo di maggioranza, che prende le deleghe alla Pubblica Istruzione, sociale e Cultura; e Salvatore Mamia, assessore al Commercio, Attività Produttive, Edilizia e Sport.

«Ho voluto, inoltre, dare delle deleghe a tutti i consiglieri eletti e non - ha aggiunto il primo cittadino -: anche chi non è stato eletto farà parte attiva dell'amministrazione comunale e ci aiuterà a portare avanti il nostro lavoro per il bene del paese». Deleghe, dunque, ai consiglieri: al capogruppo di maggioranza Roberto Oggiano va quella alle manutenzioni; Nuccio Vitiello si occuperà del Porto dell'Isola Rossa, della frazione Isola Rosa, all'Area marina protetta, della compagnia barracellare e della caccia; a Leonardo Ugnutu vanno le deleghe all'edilizia privata, alla pianificazione e all'urbanistica; a Mario Muretti, invece, c'è la delega per a frazione di Paduledda. Anche i quattro non eletti della lista di Carta avranno incrichi. Michela Suelzu si occuperà di Costa Paradiso; Caterina Addis supporterà l'assessore Prunas nel sociale; Valentino Tansu darà una mano all'assessore Addis per l'edilizia pubblica; mentre Silvia Prunas si occuperà di demanio e turismo in accordo con l'assessore Laura Suelzu. E Giampiero Carta ha le idee chiare sui prossimi cinque anni, che sono frutto di altri cinque di lavoro in Comune.

«Continuiamo, a testa bassa - aggiunge - a portare avanti quello che cinque anni fa ci eravamo prefissati tutti insieme: migliorare il paese, dare lavoro per il futuro. Abbiamo tante opere pubbliche da realizzare, tante ne abbiamo fatte. Siamo lo stesso gruppo unito, con qualche aggiunta. Portiamo avanti lo sviluppo del paese. Lavoreremo sempre con un punto fermo: Trinità e le sue frazioni. Abbiamo fatto tanto, ma tanto altro abbiamo in mente di fare. Grazie a chi ci ha ridato la fiducia».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes