La Nuova Sardegna

Olbia

Il virus

Olbia, sospetto caso di febbre Dengue: «Evitiamo lo sviluppo di focolai»

Olbia, sospetto caso di febbre Dengue: «Evitiamo lo sviluppo di focolai»

Le prescrizioni del sindaco Settimo Nizzi dopo la comunicazione della Asl: «Nessuna preoccupazione, ma teniamo alta la guardia»

24 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Olbia. Sospetto caso di febbre Dengue in città. A comunicarlo al sindaco Settimo Nizzi è stata la Asl Gallura. Con l’obiettivo di rafforzare le misure di prevenzione e di sorveglianza e gli interventi in risposta alla circolazione del virus, il sindaco raccomanda ai cittadini di mettere in pratica le opportune iniziative di prevenzione dirette alla popolazione in generale e in particolare alle categorie di soggetti maggiormente esposti. «La Asl ci ha comunicato che una persona nel nostro territorio potrebbe avere avuto un esordio di questo virus – dice Nizzi –. Occorre quindi potenziare la capacità della collettività e degli individui di ridurre i focolai di sviluppo larvale del vettore, ovvero zanzare appartenenti al genere “Aedes”, e procedere all’adozione delle necessarie misure di prevenzione individuali. La situazione attuale non desta preoccupazione, ma è sempre bene tenere alta la guardia».

Queste le misure che possono adottare i cittadini per proteggersi dalle punture di zanzara: impiegare insetticidi nelle aree private all’aperto e per uso domestico all’interno delle abitazioni, utilizzare insetticidi e repellenti cutanei, all’aperto indossare indumenti di colore chiaro che coprano la maggior parte del corpo, utilizzare zanzariere alle finestre, alle porte e ai letti, vaporizzare con spray a uso domestico nel caso di presenza di zanzare in ambienti interni.

In Primo Piano
L’approfondimento

La trincea dei sindaci contro lo spopolamento, Nughedu San Nicolò lotta per non scomparire

di Paolo Ardovino
Le nostre iniziative