La Nuova Sardegna

Olbia

La sentenza

Olbia, battaglia per i terreni del Mater hospital, Alessandro Marini condannato per tentata estorsione

di Tiziana Simula
Olbia, battaglia per i terreni del Mater hospital, Alessandro Marini condannato per tentata estorsione

All’imprenditore di Codrongianus il tribunale di Tempio ha inflitto due anni di reclusione, assolto il suo socio in affari Pier Luigi Bardanzellu

11 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Olbia Accusato di tentata estorsione per i terreni in cui è sorto il Mater Olbia,  l’imprenditore di Codrongianos, Alessandro Marini è stato condannato a due anni di reclusione. Assolto “per non aver commesso il fatto”, il suo socio in affari, Pier Luigi Bardanzellu.  La sentenza da parte del tribunale in composizione collegiale, presieduto  da Caterina Interlandi, è arrivata nel primo pomeriggio di oggi, 11 giugno.

I due erano accusati di tentata estorsione ai danni dell’ex sindaco di Olbia, Gianni Giovannelli, della Sardinia Healthcare and Reserch proprierties srl, proprietaria del Mater Olbia, e della amministrazione giudiziale della Fondazione Monte Tabor (l’ex San Raffaele) da cui erano stati acquistati i terreni. Marini aveva cercato di sedersi al tavolo delle trattative con la società qatariota, rivendicando la proprietà dei terreni sui quali sorge l’ospedale, sostenendo di aver acquisito i diritti futuri di usucapione di Luigi Mulas, il pastore a cui don Verzè affidò il controllo dei 37 ettari di terreno dell’ex San Raffaele, in località Chentu accas. Il tentativo di Marini, stando alle accuse, era stato bloccato dall’azione giudiziaria della Procura a cui l’allora sindaco Giovannelli il 25 maggio 2015 presentò denuncia.

Il pubblico ministero aveva chiesto l’assoluzione per entrambi. Il collegio ha invece condiviso le argomentazioni delle parti civili rappresentate dagli avvocati Angelo Merlini, per la Sardinia Healthcare and Reserch proprierties,  e Agostinangelo Marras,  per la Fondazione Monte Tabor. 

Alessandro Marini era difeso dall’avvocato Giuseppe Murineddu, Pierluigi Bardanzellu, dall’avvocato Luigi Satta

In Primo Piano
Incidente stradale

Tragedia a Pula: investe un cervo con lo scooter, cadendo batte il capo e muore

Le nostre iniziative