La Nuova Sardegna

Olbia

L’arresto

Olbia, barca a fuoco davanti alla Sacra Famiglia: la polizia ferma due olbiesi

Olbia, barca a fuoco davanti alla Sacra Famiglia: la polizia ferma due olbiesi

Sono ritenuti gli autori dell’incendio, ora si trovano agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida

09 luglio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Olbia Due giovani di Olbia sono stati arrestati nella serata di ieri, 9 giugno, dagli agenti della polizia perché ritenuti gli autori di un incendio che ha danneggiato una barca ormeggiata nella zona delle case popolari, nel quartiere della Sacra Famiglia.  I due sono stati fermati dalla polizia mentre transitavano nella zona di via Imperia e condotti in commissariato. Su decisione del pubblico ministero di turno, sono stati successivamente messi agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto (che deve essere ancora fissata).

L’arresto è scattato in serata. I due giovani che viaggiavano a bordo di un motorino hanno insospettito gli agenti di una pattuglia della polizia che transitava sul lungomare e che avevano visto una barca prendere fuoco, proprio dalla zona da cui i due amici si stavano allontanando. La polizia si è, quindi, messa sulle tracce dei due presunti incendiari e li ha fermati mentre si infilavano in via Imperia. I due giovani sono stati sottoposti a perquisizione personale e domiciliare. E, poi, sono stati condotti in commissariato e successivamente messi agli arresti domiciliari come disposto dal pubblico ministero Claudia Manconi. Sono difesi dagli avvocati Angelo Merlini e Luca Tamponi.  Sono accusati di incendio e danneggiamento. 

In Primo Piano
Il caso

Riprendono le ricerche di Francesca Deidda: dopo il ritrovamento di accappatoio e byte dentale nella zona di San Vito in azione i sommozzatori

di Luciano Onnis
Le nostre iniziative