La Nuova Sardegna

Oristano

È morto l’allevatore ustionato nell’incendio di Ghilarza

È morto l’allevatore ustionato nell’incendio di Ghilarza

Ubaldo Miscali, 52 anni, era rimasto ferito nel rogo che il 7 agosto aveva devastato le campagne della cittadina. L’allevatore era stato subito ricoverato a Sassari, ma le sue condizioni erano troppo gravi

31 agosto 2013
1 MINUTI DI LETTURA





ORISTANO. È morto nella tarda mattinata di oggi, nell’ospedale di Sassari dov’era ricoverato, Ubaldo Miscali, l’allevatore di 52 anni rimasto ustionato nell’incendio che il 7 agosto scorso, aveva interessato anche la sua azienda, nelle campagne di Ghilarza (Oristano). Miscali aveva riportato ustioni in buona parte del corpo e le sue condizioni erano apparse subito disperate.

L’allevatore era corso a salvare il bestiame bovino nella sua azienda, appena saputo dell’incendio che avanzava. Si era trovato, però, circondato dalle fiamme. Lo aveva tratto in salvo un vicino di pascolo, Mauro Mele. Trasportato subito all’ospedale di Ghilarza, il ferito era stato poi trasferito all’ospedale di Sassari. Aveva ustioni sull’80% del corpo. I medici avevano deciso di metterlo in coma farmacologico. Ubaldo Miscali, nuova vittima della piaga degli incendi in Sardegna (68 morti e 17 feriti gravi dal 1945 a oggi) si è addormentato così, 24 giorni fa, ma non si è più svegliato.

Elezioni regionali 2024
La polemica

Alessandra Todde a Christian Solinas: «Sospenda le 200 delibere inopportunamente adottate all’oscuro dei cittadini sardi»

Le nostre iniziative