La Nuova Sardegna

Oristano

Un nuovo computer piccolo ed efficiente made in Oristano

di Elia Sanna

Lo ha pensato e realizzato la Computerlab di Giacomo Festa Le possibilità d’impiego: dalla sicurezza all’ambito marino

18 agosto 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ORISTANO. Un piccolissimo computer delle dimensioni del palmo di una mano, come un cellulare, creato e realizzato ad Oristano. Porta la firma del laboratorio “Computerlab” di Giacomo Festa, ed è stato presentato ufficialmente il mese scorso a Cagliari. Nonostante le sue ridotte dimensioni, del peso insignificante e di un consumo altrettanto basso vanta però una potenza che non ha niente da invidiare ai più recenti e sofisticati computer. L'altro aspetto, non meno importante, è che il suo campo di applicazione è vastissimo: può essere utilizzato sia in ambito nautico e anche in quello domotico, medico, nel campo della formazione, automobilistico (diagnosi auto) ed anche in campo militare (elicotteri, aerei). Una idea della Computerlab è quella di poter integrare il computer sulle volanti della polizia per poter comunicare direttamente col database della centrale anziché telefonare per trasmettere ad esempio un numero di targa o una patente. «Per facilitare la sua descrizione il computer potrebbe essere installato nella plancia di una barca o uno yacht e collegato ad uno schermo touchscreen – ha spiegato Giacomo Festa – con il quale possono essere realizzate tantissime cose. Nelle imbarcazioni, per esempio, è possibile gestire le luci, l'aria condizionata, l'ecoscandaglio, il Gps o la registrazione del fondale marino». Il sofisticato micro computer è anche e soprattutto uno strumento da utilizzare in ufficio, proprio come gli altri pc, con il quale rispondere alle email, leggere e scrivere testi su word ed excel, e chiaramente, navigare su internet. Ma il campo di applicazione, come detto, è decisamente ampio: «È anche un valido strumento di intrattenimento – ha osservato Giacomo Festa – un album fotografico, un tv dove guardare film, video musicali, musica e compilation compresi i videogiochi. Tutto questo è altamente personalizzabile». Per capire meglio le gradi potenzialità e i campi di applicazione questo computer può benissimo essere utilizzato anche in un albergo: «In ogni stanza verrebbe installato su una scrivania o direttamente a parete lo schermo touchscreen da 7 o 10 pollici (tipo iPad) – spiega ancora Giacomo Festa – con il piccolo microcomputer nascosto dietro, i clienti dell’albergo potrebbero quindi avvalersi dell’utilità di un pc-tablet per navigare, inviare o rispondere alle mail, navigare nella mappa della città, consultare il meteo e, volendo, gestire la domotica della stanza, vale a dire regolare l’aria condizionata o le luci. Perchè si dovrebbe acquistare il mio computer? Il prezzo è molto inferiore ai pc tradizionali, il software viene da noi realizzato su misura per ogni azienda, con il proprio logo, e infine per lo spazio che occupa: è così ridotto da potersi integrare perfettamente con qualsiasi arredamento».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

In Primo Piano
Audizioni

La sanità sarda affonda: in consiglio regionale il grido di dolore dei presidenti degli Ordini dei medici

Le nostre iniziative