Bosa, sit-in a sostegno della Palestina

BOSA. «Sardi solidali con i fratelli Palesinesi – Non siete soli» recita uno striscione che chiarisce le motivazioni del flash mob inscenato da un gruppo di giovani nel Corso, mercoledì notte. Un...

BOSA. «Sardi solidali con i fratelli Palesinesi – Non siete soli» recita uno striscione che chiarisce le motivazioni del flash mob inscenato da un gruppo di giovani nel Corso, mercoledì notte. Un evento, per i tanti turisti e residenti che scelgono l’acciottolato per una passeggiata serale, improvviso e inaspettato. Ma che riporta la spensieratezza estiva ai drammi e alle tragedie del mondo, in particolare a quelli di una guerra che miete ancora tante vittime. A rompere il brusio nella storica via un’esplosione, mentre i partecipanti si gettano a terra tra gli sguardi attoniti dei presenti (nella foto un momento del flash mob grazie agli scatti di Giampiero Carta, ndc) nel tratto fra palazzo Don Carlo e piazza Fontana. Sarà l’artista Mario Fragiacomo, con il suono del suo flicorno, a dare una delicata colonna sonora a quel gesto che mima l’angoscia e la sorte di popoli in perenne battaglia, ma lascia spazio con la forza della musica alla speranza in un futuro finalmente di pace e convivenza. (al.fa.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes