Funzioni religiose in sicurezza, mascherine anche all’aperto

GHILARZA. Le nuove aperture del governo concesse anche in materia di celebrazioni religiose non autorizzano ad abbassare la guardia in fatto di prevenzione dei contagi. A rafforzare il concetto ci...

GHILARZA. Le nuove aperture del governo concesse anche in materia di celebrazioni religiose non autorizzano ad abbassare la guardia in fatto di prevenzione dei contagi. A rafforzare il concetto ci ha pensato il sindaco di Ghilarza, che con un'ordinanza ha introdotto norme più specifiche per garantire lo svolgimento delle cerimonie funebri in condizioni di massima sicurezza. Alessandro Defrassu ha disposto l'uso obbligatorio delle mascherine anche durante le funzioni all'aperto e a prescindere dal distanziamento interpersonale di un metro, regola che andrà rispettata tanto al chiuso quanto negli spazi esterni. Il provvedimento obbliga a indossare i dispositivi di protezione individuali dall'inizio della celebrazione liturgica in chiesa fino al termine del rito delle esequie in cimitero. L'accesso ai luoghi di sepoltura, inoltre, sarà contingentato per evitare una massiccia presenza di persone nello stesso momento, cosa che fino al recente passato ha rappresentato la normalità in un paese in cui le persone formavano lunghe file in attesa di porgere le condoglianze ai familiari dei defunti. Da adesso e fino a nuove disposizioni, invece, l'ingresso in cimitero sarà consentito a un massimo di 200 persone. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes