Samugheo, si torna in classe ma restrizioni confermate

SAMUGHEO. Solo 24 ore separano gli alunni delle scuole dell'infanzia e dell'obbligo dal rientro in classe. A decretare la ripresa dell'attività didattica in presenza dopo un mese di lezioni in...

SAMUGHEO. Solo 24 ore separano gli alunni delle scuole dell'infanzia e dell'obbligo dal rientro in classe. A decretare la ripresa dell'attività didattica in presenza dopo un mese di lezioni in modalità telematica è stato l'esito dello screening effettuato ieri in paese su 220 dei 250 alunni di Samugheo e Allai. Nessuno dei minori che si sono presentati alla postazione drive in è risultato positivo al test antigenico e questo dato avrà come diretta conseguenza la riapertura di tutti i presidi dell' istruzione locali.

Al termine del controllo sanitario il sindaco Basilio Patta ha inviato la comunicazione al dirigente dell'istituto comprensivo, e poi ha dato il via libera al ritorno fra i banchi degli alunni di materne e primarie, nonché delle medie fino al primo anno, come previsto per le regioni in zona rossa.

Un segnale positivo, dopo quello registrato con la flessione della curva epidemiologica, che ha fatto scendere il numero dei casi d'infezione sotto quota cento. Se nei prossimi giorni il numero dei contagi continuerà a calare si comincerà a pensare all'allentamento delle altre misure restrittive introdotte a livello locale in aggiunta ai divieti nazionali e prorogate fino al 25 aprile.

«Resteranno in vigore almeno fino a quella data ma se continuerà questo trend, venerdì potremo decidere di revocare le prescrizioni adottate a livello comunale e di attenerci ai soli protocolli nazionali. Manterremo unicamente il divieto di consumare alcolici fuori dai locali e nelle aree pubbliche» ha annunciato il sindaco Basilio Patta, che ha descritto una comunità provata da settimane di isolamento e sacrifici.

«Samugheo è stremato, bisogna cominciare a pensare a come riaprire in sicurezza», ha dichiarato.

L'emergenza covid nelle scuole non si è ancora risolta a Santu Lussurgiu, ma già oggi è prevista la parziale riapertura delle primarie, chiuse da giovedì. Questa mattina riprenderanno le lezioni in aula gli alunni di 2a, 3a e 5a. Resteranno in quarantena obbligatoria, invece, gli scolari e gli insegnanti delle classi prima e quarta, che riprenderanno la didattica in presenza rispettivamente il 28 e il 27 aprile. Nel paese del Montiferru ieri sono stati accertati nuovi casi di coronavirus che hanno portato il totale da tre a sei.

Nella stessa giornata una nuova positività è stata riscontrata a Norbello, dove sono otto le persone positive. Sei nuovi casi anche ieri nel capoluogo. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes