I segreti dell’Archivio nella Lis

Dodici video su altrettanti fatti storici realizzati con la Lingua dei Segni

ORISTANO. Far conoscere i segreti dell'archivio comunale, cercando di raggiungere col progetto più persone possibili. Questo lo scopo di Tabularium, curato dall'Archivio comunale e dall'assessorato alla Cultura, che prevede la pubblicazione online di dodici video su altrettanti fatti storici e culturali tradotti nella lingua italiana dei segni. «L'obiettivo è quello di valorizzare il nostro patrimonio e sviluppare l'accessibilità» commenta l'assessore Massimiliano Sanna. «Non solo l'Archivio intende mettere a disposizione in rete ciò che è abitualmente accessibile al pubblico, ma condivide ricerche e riflessioni delle numerose professionalità che si occupano di conservazione, tutela, valorizzazione del patrimonio documentario e della storia della città» spiega la responsabile dell'Archivio, Antonella Casula. Sotto il suo coordinamento, hanno operato gli studiosi Ilaria Urgu, Rossella Tateo, Giovanni Murru, Raimondo Zucca, Mauro Solinas, Walter Tomasi, Maurizio Casu e Mario Luigi Piredda. Si è occupata della regia tecnica Alambra di Daniele Rosano e le traduzioni in Lis sono state svolte da Simonetta Ortu. Sette i video già disponibili su youtube. C'è ovviamente la Sartiglia, con due approfondimenti sulle giostre organizzate in omaggio alle nozze dei sovrani o in altre occasioni al di fuori del tradizionale periodo carnevalesco.

“La casa della città” racconta le vicende che portarono alla costruzione dell'antico palazzo municipale, con un focus sulla tela “L'apoteosi di Eleonora”, realizzata da Carlo Contini nel 1931. Restando in tema, spazio alla storia e ai retroscena legati alla realizzazione della statua della giudicessa, con un filmato basato sull'opera editoriale di Piredda costruita anche grazie alle ricerche d'archivio in Comune. L'istruzione sarà al centro di due filmati. Il primo, “Una casa per i figli del popolo”, sull'Asilo Sant'Antonio che fino agli anni Ottanta ospitò varie generazioni di oristanesi; il secondo, “Istruzione: futuro di una comunità”, sulla nascita dell'istituto Magistrale. Infine un filmato sarà dedicato alla storia della Confraternita della Vergine della Pietà, sodalizio religioso che si occupava dell'assistenza non solo degli affiliati, ma anche degli ultimi. (dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes