Schiaffo a un’arbitra, la Digos denuncia un uomo di 68 anni

ORISTANO. I comportamenti violenti continuano purtroppo ad accompagnare momenti che dovrebbero essere solo di sport. Capita poi che le questioni si trascinino anche fuori dal campo, a volte...

ORISTANO. I comportamenti violenti continuano purtroppo ad accompagnare momenti che dovrebbero essere solo di sport. Capita poi che le questioni si trascinino anche fuori dal campo, a volte inevitabilmente. È quello che succederà in seguito a un episodio accaduto il 26 settembre, che aveva visto nei panni della vittima una giovane arbitra di 22 anni della sezione di Oristano. Era impegnata a dirigere il match del campionato di Prima categoria tra il Villamar e il Nurri, quando un assistente di 68 anni della squadra ospite l’aveva colpita al volto con uno schiaffo, dopo averproferito una serie di insulti. Nei suoi confronti è scattata una denuncia da parte della Digos di Cagliari per «violenza e minaccia nei confronti degli addetti ai controlli dei luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive».

La gara si stava svolgendo al campo comunale di Villamar. Poco prima della fine del primo tempo, l’arbitra era stata accerchiata dai giocatori della squadra ospite che contestavano il modo in cui stava dirigendo la partita. In quei momenti agitati un assistente della squadra ospite si sarebbe avvicinato e avrebbe iniziato a tirare giù insulti prima di colpire la ragazza con uno schiaffo al volto. A quel punto l’arbitra aveva immediatamente sospeso la partita e si era recata al Pronto soccorso dell’ospedale San Martino per essere visitata. I medici le hanno riscontrato lesioni guaribili in dieci giorni. Gli agenti della Digos che si occupano di gestire e seguire i comportamenti delle tifoserie hanno ricostruito l’episodio, identificato l’assistente e quindi l’hanno denunciato. Nei suoi confronti potrebbero scattare provvedimenti come il Daspo, indipendentemente dall’esito della denuncia.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes