La Nuova Sardegna

Oristano

Nel golfo i mondiali giovanili di kiteboarding

di Paolo Camedda
Nel golfo i mondiali giovanili di kiteboarding

Si rinnova il binomio tra turismo e sport acquatici. Torregrande di nuovo al centro della scena

29 gennaio 2022
2 MINUTI DI LETTURA





ORISTANO. La marina di Torregrande fa il bis, e, dopo aver ospitato a ottobre nelle sue acque il Formula Kite World Championship, manifestazione velica internazionale che ha riscosso un notevole successo per presenze e partecipazione, dal 16 al 22 maggio prossimi sarà la sede del Campionato del mondo giovanile di kiteboarding. L’imprenditoria oristanese scommette ancora una volta sul turismo abbinato alle grandi manifestazioni sportive, che consentono di aumentare le presenze nel territorio anche in periodi dell’anno che vedono solitamente un numero minore di visitatori.

Così come per la competizione maggiore, che aveva visto al via 138 atlete e atleti provenienti da 33 nazioni diverse, anche per il Formula Kite Youth World Championship, promosso dall’International Kiteboarding Association con l'organizzazione dall’Asd Eolo Beach Sports, l’elenco dei partecipanti sarà di primo livello e ci si aspetta un elevato numero di persone che soggiorneranno nel territorio.

Passando allo sport, a ottobre a imporsi furono il francese Theo De Ramecourt e la statunitense Daniela Moroz, stavolta a sfidarsi nell acque del golfo saranno i migliori atleti delle categorie Under 21, Under 17 e Under 15, con una formula che sarà ancora una volta la stessa con la quale si disputeranno le Olimpiadi di Parigi 2024. La manifestazione vede il supporto anche della Federazione Italiana Vela e del Coni. L’obiettivo ambizioso è quello di rendere Oristano un punto fermo nel programma quadriennale della disciplina, che la condurrà fino ai Giochi olimpici.

«Da 28 anni la nostra associazione propone la pratica degli sport legati al mare e alla spiaggia – ha sottolineato Sebastiano Cau, presidente di Eolo Beach Sports –. Il ritorno dei grandi campioni del kiteboarding a Torregrande, della tappa del campionato del Mondo in casa Eolo, ci rende onorati e orgogliosi. Siamo pronti per questa grande avventura».

I risultati ci saranno anche dal punto di vista turistico: «Siamo certi di poter contribuire allo sviluppo turistico ed economico del nostro territorio e della Sardegna in generale», ha detto Eddy Piana, uno degli organizzatori. «Il successo ottenuto nel 2021 ha creato ottimi riscontri a livello internazionale – gli fa eco Mirco Babini, presidente della Federazione internazionale del kiteboarding IKA e di CKWI –, è venuta da sé l’opportunità di poter assegnare il campionato del mondo giovanile il prossimo maggio a Torregrande. Ancora una volta l’associazione Eolo non deluderà e mostrerà le sue doti logistiche, organizzative e sportive con la partecipazione da tantissime nazioni, con i giovanissimi campioni del futuro che sono all’apice della categoria olimpica. Sarà l’ennesimo successo per Oristano, la Sardegna e l’Italia, che dimostrano di essere leader di questa disciplina».

In Primo Piano
Lo choc

Sassari, maxi bolletta da mezzo milione: Abbanoa pignora i conti correnti

di Davide Pinna

Video

Pale eoliche in partenza da Oristano per Villacidro: manifestanti cercano di fermare il trasporto

Le nostre iniziative