oristano
cronaca

La 292 come una pista di F1 la protesta del comitato

Nurachi. La strada statale attraversa per intero la via principale del paese Segnalati i pericoli costanti alle autorità: «Trovate un modo per farle rallentare»


27 febbraio 2022 di Paolo Camedda


NURACHI. «Più sicurezza per la SS 292». La richiesta arriva con forza da un comitato di cittadini, stanchi di veder sfrecciare le auto ad alta velocità all’interno del centro abitato, e preoccupati per «i rischi che corrono i giovani studenti», sia quelli dell’Istituto comprensivo Francesco Ciusa quando devono attraversarla sia i ragazzi più grandi che la mattina aspettano il pullman per raggiungere le scuole superiori a Oristano.

«La strada statale, che percorre tutto il paese – denunciano i cittadini –, complice anche il nuovo manto stradale, è ormai diventata una pista di Formula 1, vista la velocità con cui la percorrono le auto». Ma il problema si presenta anche per i cittadini che normalmente devono passarci o attraversarla nella loro quotidianità. «Nei pressi della SS 292 c’è la farmacia – sottolineano i cittadini di Nurachi –, dove in questo periodo c’è sempre un via vai continuo di gente, oltre alle poste, ad alcuni bar e alle attività di commercio negozi di alimentari».

Il problema, insomma, riguarda un po’ tutti, ma finora il grido di allarme è rimasto inascoltato. «Dopo aver fatto diverse segnalazioni a prefetto, polizia stradale e amministrazione comunale – spiegano i componenti del comitato –, abbiamo avuto anche un incontro con il sindaco Renzo Ponti, un paio di mesi fa. In questa occasione si è parlato dell’opportunità di installare un autovelox o dei dissuasori, per indurre gli automobilisti a rallentare l’andatura una volta entrati nel paese, ma è rimasto tutto come prima».

Secondo il comitato gli episodi di macchine che percorrono il centro abitato a tutta velocità sarebbero sempre più frequenti: «Proprio mercoledì scorso, alle 8 del mattino, l’orario in cui gli studenti delle scuole superiori aspettano il pullman per raggiungere Oristano, si è verificato l’ultimo eclatante episodio. Sull’asfalto sono rimasti i segni evidenti di una frenata improvvisa. Possiamo solo immaginare a quale velocità stesse andando quell’auto».

Trattandosi di una strada statale che attraversa un Comune con meno di diecimila abitanti, la competenza anche all’interno di Nurachi è dell’Anas. I cittadini però richiamano l’attenzione delle istituzioni e si rivolgono al sindaco, perché la loro richiesta di messa in sicurezza non cada nel vuoto: «Vorremmo sensibilizzare chi di dovere a prendere decisioni anche impopolari. Si potrebbero installare dei tutor e si potrebbe deviare il transito dei mezzi pesanti sulla circonvallazione. La sicurezza va al di sopra di tutto e di tutti».

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.