La Nuova Sardegna

Oristano

Decoro e ambiente

I ragazzi ripuliscono piazza Stagno a Cabras

di Paolo Camedda

	I ragazzi della Consulta giovani all'opera in piazza Stagno
I ragazzi della Consulta giovani all'opera in piazza Stagno

La Consulta giovanile restituisce bellezza a uno dei luoghi simbolo della cittadina. Il prossimo passo sarà la cura delle aiuole e il riposizionamento dei cestini dei rifiuti

22 ottobre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Cabras I ragazzi della Consulta giovani, assieme ad alcuni volontari, si sono ritrovati oggi, domenica 22 ottobre dalle 9 alle 13, in piazza Stagno per raccogliere i rifiuti, lucidare i marmi, sistemare le aiuole e tinteggiare le panchine e altri arredi urbani, precedentemente imbrattati da scritte con le bombolette spray. «Abbiamo notato come uno dei maggiori punti di aggregazione e di notevole significato simbolico, piazza Stagno, negli ultimi tempi, sia caratterizzata da un forte degrado ambientale», spiegano i giovani della Consulta e per questo è nata l’iniziativa Puliamo Piazza Stagno, evento patrocinato dal Comune.

«Per noi è una giornata importante, perché dopo la mostra fotografica organizzata in occasione del Festival della bottarga si tratta del nostro secondo evento, che ha un grande significato perché ci coinvolge come gruppo. La piazza Stagno oltre a essere un punto cardine del paese è anche la sede principale dei nostri prossimi eventi. Oggi abbiamo iniziato con la pulizia e raccolta rifiuti, procederemo con la tinteggiatura di tutti gli arredi urbani presenti nella piazza e contribuiremo all’opera di riqualificazione già in atto con la cura delle aiuole e il riposizionamento dei cestini per i rifiuti», ha affermato Michela Serra, vicepresidente della Consulta Giovani.

«Abbiamo accolto con grande favore la proposta dei ragazzi. Si tratta di giovani propositivi e determinati che sono riusciti a coinvolgere varie fasce di età, comprese le famiglie. Appoggiamo i loro progetti perché crediamo nel valore dell’impegno civico da parte delle nuove generazioni», ha affermato la consigliera comunale Paola Deiala, che ha coordinato i ragazzi per questa iniziativa. Soddisfatto anche l’assessore all’Ambiente e Decoro urbano Carlo Carta: «Si tratta di un progetto proposto dai giovani, pertanto assume un valore ancora più ampio, che supera lo stigma secondo cui i ragazzi non hanno rispetto per il bene pubblico. Saranno d’esempio per tanti, il nostro intento è quello di curare il patrimonio pubblico e valorizzare i giovani».

In Primo Piano
L’addio

Giulia Cecchettin, i funerali: applausi e commozione. Le parole del padre: «Addio amore mio»

Le nostre iniziative