La Nuova Sardegna

Oristano

Politica

A Bosa è sfida a tre: Campus, Ibba e Marras si contendono il municipio

di Alessandro Farina

	Il municipio di Bosa
Il municipio di Bosa

Presentate le liste dei candidati sindaco e dei candidati consiglieri che li sostengono

11 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Bosa In tre per coronare il sogno. È il numero dei candidati a sindaco e delle liste che li sostengono nella sfida che parte ufficialmente oggi. La campagna elettorale per le amministrative 2024 nella città del Temo può infatti prendere il via con la presentazione di chi ambisce alla fascia tricolore e di chi, in qualità di candidato consigliere, lo sosterrà. Le liste presentate sono tutte civiche, con ampia connotazione politica di schieramento, a cui si aggiungono uomini e donne in arrivo dal mondo del volontariato o dall’ampia schiera locale di professionisti, commercianti, operatori dei servizi.

A guidare, nel segno della continuità amministrativa secondo quanto chiarito dalle dichiarazioni dei giorni scorsi, la lista “Bosa Cambia – Alfonso Marras Sindaco” sarà l’esponente dei quattro mori componente della maggioranza uscente e appena rieletto consigliere regionale del Psd’Az. Alfonso Marras sarà sostenuto dai candidati alla carica di consigliere Massimo Blandino, Daniela Maria Brundu, Maria Giovanna Campus, Carlo Deidda, Federico Ledda, Marco Francesco Mannu, Caterina Marini nota Kety, Maura Marongiu, Giovanni Marras, Laura Masala, Paolo Girolamo Moino, Marco Naitana, Claudio Pallucca, Vincenzo Pinna, Stefania Urgu, Vittorio Urgu. Questa la compagine che nasce dalle ceneri di Un’Altra Bosa, a cui si uniscono le forze del Partito Sardo d’Azione che l’hanno sostenuta dal 2021 e altre componenti di rinnovamento.

Nell’ambito del centro destra si colloca la lista “Noi ci siamo – Giuseppe Ibba Sindaco” con candidato alla carica di primo cittadino l’ingegnere bosano Giuseppe Ibba. A sostenerlo sono i candidati consiglieri Maria Giuseppina Acca nota Giusy, Ilenia Addis, Simona Cadoni, Gian Pietro Canu, Ivan Corridori, Valentina Ladu, Angelo Laria, Pietrina Ledda, Giorgio Angelo Marco Mannu noto Giorgio, Giovanni Angelo Masala noto Baosu, Fatima Maria Lourdes Pintore, Angelo Pischedda, Mauro Sias, Valentina Sias, Emanuela Tanda, Eligio Urgu. Di questi, alcuni sono in arrivo da Fratelli d’Italia, partito all’opposizione nell’attuale consiglio comunale, altri dal Gruppo Civico per Bosa, per quanto riguarda le sigle riconoscibili.

Con le insegne della lista “Bosa Cambia Bosa – Campus Sindaco 2024” si schiera il candidato alla fascia tricolore Alessandro Campus, professione avvocato, già vice sindaco dimissionario anni fa dalla maggioranza uscente dopo che non si era più trovato in accordo con la linea politica dell’amministrazione Casula. Lo sosterranno i candidati Pietro Massidda, Bartolo Cabula, Davide Fiori, Gianni Papi, Miriam Mastinu, Piera Addis, Cristiana Cacciapaglia, Peppino Fara, Ica Pischedda, Dina Sardara, Luigi Gelsomino, Silvia Tanda, Marco Cuccu, Giuseppe Fioravanti, Emanuela Caria, Carlo Solinas. Anche in questo caso si tratta una civica, ma con componenti di ispirazione “Campo Largo” regionale, con esponenti del Movimento 5Stelle e del Pd, a cui si è unito il Gruppo Aldo Moro.

In Primo Piano
Ricerca

Einstein Telescope, la ministra Anna Maria Bernini a colloquio con Alessandra Todde: «Priorità assoluta per il governo»

Salute e sicurezza

I detenuti di Mamone assistiti nel metaverso sanitario: progetto pilota Asl di Nuoro-Amministrazione penitenziaria

Le nostre iniziative