«Nessun abuso edilizio sulle dune di Badesi»

BADESI. Non si è fatta attendere la risposta del sindaco di Badesi, Tony Stangoni, in merito alle accuse del Gruppo d'intervento giuridico che in un documento ha chiesto di accertare la regolarità...

BADESI. Non si è fatta attendere la risposta del sindaco di Badesi, Tony Stangoni, in merito alle accuse del Gruppo d'intervento giuridico che in un documento ha chiesto di accertare la regolarità delle autorizzazioni da parte delle società immobiliari interessate per i lavori in corso sulle dune di Badesi dove si sta realizzando un villaggio turistico. Chiarendo che l’amministrazione non poteva rispondere alle domande degli ambientalisti in quanto «la lettera è pervenuta in data successiva alla consegna della stessa agli organi d'informazione», il sindaco afferma che il Comune, «nel pieno rispetto della normativa vigente in tema di accesso ai documenti, non ha mai taciuto né, tantomeno, evitato di rispondere alle richieste proposte da singoli cittadini ovvero da società o associazioni di qualunque colore politico ed ha sempre puntualmente evaso ogni istanza».

Stangoni ricorda le attività della propria amministrazione a tutela e salvaguardia del territorio e dell'ambiente: «Il Puc negli 8 chilometri di costa non ha programmato, salvaguardando integralmente tutta la fascia dunale, nuove zone di espansione, abbattendo del 50 per cento la cubatura delle tre uniche lottizzazioni presenti lungo la costa ormai antropizzate e in fase di completamento». Inoltre il primo cittadino di Badesi afferma che «nell'area sita in località Baia delle Mimose sono stati effettuati degli interventi di carattere ambientale attraverso finanziamenti regionali e comunali pari a 1.500.000 di euro a tutela e salvaguardia delle dune e della foce del Coghinas»; e che «da anni nel periodo estivo si tutela quest'area limitando l'accesso solo ai pedoni escludendo il traffico veicolare».

La scorsa estate è stata creata anche una spiaggia per i cani, e sono iniziate «collaborazioni con l'Università ed il Cnr di Sassari per effettuare dei rilievi sulla flora unica e rara che si trova su queste dune intraprendendo attività informativa e di didattica ambientale».

Inoltre il sindaco ricorda «il percorso per il recupero e la manutenzione dei percorsi pedonali, la piantumazione e vari interventi migliorativi di carattere ambientale con l'Ente foreste che gestirà circa 20 ettari in prossimità della foce del Coghinas».

Tony Stangoni rende inoltre noto «a puro titolo informativo» che l'Unione europea e l'assessorato regionale all'ambiente nel 2002 hanno stralciato dall'area Sic il villaggio di Baia delle Mimose considerandolo equiparato ad un centro urbano a tutti gli effetti, con tutte le opere di urbanizzazione già completate. (apal)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes