La Nuova Sardegna

Sconfitto l’astensionismo

Il sindaco Clara Michelangeli riprende la strada già avviata

di Bernardo Asproni

Maggioranza bulgara per l’elezione del sindaco e il rinnovo del consiglio comunale, ma la partecipazione dell’elettorato non è stata troppo elevata visto che hanno votato 229 su 401 aventi diritto...

27 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





Maggioranza bulgara per l’elezione del sindaco e il rinnovo del consiglio comunale, ma la partecipazione dell’elettorato non è stata troppo elevata visto che hanno votato 229 su 401 aventi diritto ovvero il 57,25 per cento degli elettori. I voti validi sono stati 214, le schede nulle 6 e le bianche 9. Il responso delle urne ha decretato il trionfo di Clara Michelangeli, giovane esponente del Pd, e della sua squadra “Uniti per crescere”. Hanno riportato voti tutti i consiglieri: Mario Bundone, Francesca Coronas, Claudio Carzedda (38 il più votato), Nino Corazza, Pamela Forma e Fabio Daga. «Siamo felicissimi. Questo risultato, superiore a quello di 5 anni fa, è una bella conferma. Dopo questo attestato di fiducia proseguiremo con l’impegno di sempre. Conosciamo i problemi e la strada da seguire», ha continuato a ripetere Clara Michelangeli, raggiante più che mai. Il primo problema? «La viabilità dopo l’alluvione e poi la battaglia per vincere l’isolamento con il ripristino, quanto prima,della strada per Bitti e il ponte sul rio Masicare per Lula. Un problema grosso è la Colonia penale di Mamone. Manderemo avanti la causa con il Ministero della Giustizia per riavere indietro i terreni abbandonati».

In Primo Piano
Il soccorso

Giovane amazzone cade da cavallo alla processione di Beata Maria Gabriella a Nuoro: è grave

Le nostre iniziative