La Nuova Sardegna

Il marchio collettivo garantirà la tutela

«La normativa che il Consiglio regionale si accinge ad approvare sull’istituzione del marchio collettivo, dei distretti produttivi e per la tutela della biodiversità rappresenta un passo avanti...

30 luglio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





«La normativa che il Consiglio regionale si accinge ad approvare sull’istituzione del marchio collettivo, dei distretti produttivi e per la tutela della biodiversità rappresenta un passo avanti importante ed una opportunità per le filiere agroalimentari dell’isola». Ne è convinto Carlo Tedde, Presidente di Confcooperative Sardegna che secondo il quale i provvedimenti all’ordine del giorno dell’aula possono rappresentare «un’opportunità oltre che per garantire i consumatori, con il marchio collettivo e la tutela della biodiversità, anche per le imprese che potranno fruire di una certificazione importante della provenienza dei prodotti». Tedde, però, propone alcune modifiche.

Elezioni regionali 2024
I sardi alle urne

La Sardegna va a votare: seggi aperti dalle 6,30 alle 22

Le nostre iniziative