La Nuova Sardegna

Una rete culturale per salvare il teatro

Con "Cartellone estate" La Botte e il Cilindro riconferma la sua attenzione nei confronti delle nuove proposte del panorama isolano cercando al tempo stesso di mettersi al servizio di progetti della...

09 settembre 2014
1 MINUTI DI LETTURA





Con "Cartellone estate" La Botte e il Cilindro riconferma la sua attenzione nei confronti delle nuove proposte del panorama isolano cercando al tempo stesso di mettersi al servizio di progetti della nuova sperimentazione teatrale sarda. L'obiettivo e l'appello che la compagnia sassarese lancia con questa iniziativa agli altri operatori del settore è anche quello di lavorare sugli spunti positivi che possono nascere da un momento di crisi come quello attuale che sta investendo la società intera e in maniera sempre più forte il settore dello spettacolo. Gli spunti possono far nascere nuove idee e mettere in rete gli operatori culturali e teatrali sardi e i loro pubblici. Con questa filosofia prenderà al via a breve il cartellone autunnale della compagnia dedicato ai ragazzi e al teatro di ricerca e di impegno sociale.

Trasporti

Continuità a due velocità, anticipo del volo non garantito con Aeroitalia

di Claudio Zoccheddu
Le nostre iniziative