Al via la rivoluzione energetica

Saranno Benetutti e Berchidda le due prime Smart Community

CAGLIARI. La trasformazione del sistema energetico della Sardegna passa per Benetutti e Berchidda. I due Comuni, infatti, si candidano a diventare i primi esempi di Smart Community: qui sta per nascere e svilupparsi un modello energetico basato sulla sperimentazione e lo sviluppo di reti intelligenti e di sistemi di accumulo dell’energia. La delibera approvata su proposta dell’assessore all’Industria, Maria Grazia Piras, che stanzia un milione di euro, da dividere al 50 per cento tra i Benetutti e Berchidda, è un tassello importante che va nella direzione tracciata dal Piano energetico regionale. La somma, che si aggiunge a 3 milioni di euro già stanziati ad agosto, consentirà alle due amministrazioni di acquistare quelle porzioni di rete in bassa e media tensione, presenti nelle campagne, che ancora non sono di proprietà comunale. I due paesi, infatti, sono gli unici soggetti pubblici in Sardegna che operano come aziende elettriche concessionarie di reti distributive, una situazione ideale per la sperimentazione studiata dalla Regione. Gli obiettivi principali del progetto sono tre: promuovere l’autoconsumo istantaneo, massimizzare il consumo locale dell’energia e abbattere i costi energetici per cittadini e imprese.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes