Continuità territoriale aerea: tempi stretti per un nuovo bando

Il vecchio regime scade il 24 ottobre ma già ora non è possibile prenotare voli per giornate successive a quella data

SASSARI. Non c’è pace per chi viaggia da e verso la Sardegna: alle difficoltà legate ai controlli organizzati per salvaguardare l’isola dal contagio da coronavirus, dal prossimo mese potrebbero aggiungersi quelle della continuità territoriale aerea. Il 24 ottobre scade infatti l’attuale regime di continuità che vede i collegamenti verso la penisola e viceversa in mano ad Alitalia.

Già ora, se si cerca di prenotare un viaggio da Cagliari, Olbia o Alghero verso Roma e Milano, si scopre che non ci sono voli disponibili. Cosa accadrà dopo quella data? La scadenza non è lontanissima: manca poco più di un mese, ed è improbabile che in questo lasso di tempo la Regione riesca attuare un nuovo bando. Il timore è che dalla seconda metà di ottobre si creai una nuova condizione di caos nei collegamenti aerei e che questo possa penalizzare ancora di più la già fragile economia sarda.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes