La Nuova Sardegna

La giornata della Terra: in Sardegna si cerca la svolta green

La giornata della Terra: in Sardegna si cerca la svolta green

Nell'isola consumo del territorio ancora basso ma  il paradiso è minacciato. L'esempio negativo della Costa Smeralda. La proposta della scienziata: "Energia pulita dalle centrali nucleari"

22 aprile 2022
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. Oggi si celebra la giornata della Terra. Una data sul calendario che però, come altre ricorrenze, e lì a ravvivare la nostra memoria, a ricordarci cose che dovremmo avere presenti tutti i giorni. In Sardegna la percentuale di consumo del territorio è bassa ma la nostra isola è un paradiso minacciato da piccole e grandi violenze. Aree inquinate  anzi tutto, tra miniere, cave dismesse zone industriali abbandonate e non, siti militari.

In questo quadro è evidente anche per la nostra isola la necessità  di fonti alternative che per produrre energia evitino o abbassino notevolmente il consumo di combustibili fossi. Da qui la proposta di Micaela Morelli, scienziata, neurobiologa  e farmacologa, già prorettrice all'Università di Cagliari, di rompere un tabù, quello del nucleare. "Serve una svolta green senza pregiudizi _ dice _, dalle centrali arriva energia pulita e ad emissioni zero".

Uno degli esempi negativi di uso alterato del consumo arriva da uno dei paradisi della Sardegna, la Costa Smeralda. Ville di lusso in un'ambiente in classe G. Sì, perché la sostenibilità nel luogo della ricchezza smodata è ferma agli anni Sessanta. Case energivore, mancanza di impianti fotovoltaici, muri che disperdono come quelli delle case popolari, niente auto elettriche. Ai proprietari delle ville da sogno, evidentemente, non interessa investire sull'impatto zero.

I servizi di Roberto Petretto, Silvia Sanna e Luigi Soriga sul giornale in edicola e nella versione digitale

 

In Primo Piano
La tragedia

Assemini, Simone Furia Calledda muore investito dal collega – VIDEO

Sardegna

Il prefetto Giancarlo Dionisi va a Livorno: "Il mio cuore resta a Nuoro e in Sardegna"

Le nostre iniziative